Profughi reclutati per lavorare nei campi del Chianti, inchiesta sul caporalato - Video

La conferenza stampa in Procura (foto Batavia)

L'operazione riguarda l'impiego di lavoratori stranieri in agricoltura, impegnati centinaia di poliziotti e finanzieri. Gli irregolari venivano impiegati nelle aziende vinicole del Chianti fiorentino: 12 avvisi di garanzia, coinvolti professionisti. Le indagini sono partire dal centro di accoglienza di Santa Caterina