Poste Italiane all'istituto Marco Polo per un'iniziativa dedicata al risparmio

Una classe dell'istituto Marco Polo ha partecipato al progetto di Poste Italiane sul risparmio

Prato, dopo una breve presentazione e la proiezione del cartone animato “Le avventure della famiglia panda”  i bambini sono stati impegnati in un Gioco dell’oca a squadre

PRATO. Oggi, giovedì 25, all’istituto Comprensivo Marco Polo di Prato prosegue il tour in Toscana del “Il risparmio che fa scuola”, il Progetto promosso da Poste Italiane e Cassa depositi e prestiti - in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR -  finalizzato a diffondere tra i ragazzi in età scolare la cultura del risparmio e i principi dell’economia sostenibile.

Grazie al Protocollo di intesa firmato con il Miur, infatti, verrà diffuso nelle scuole di tutto il territorio nazionale un programma che permetterà agli studenti di informarsi – divertendosi - sulle tematiche legate al risparmio, e al corretto uso delle risorse naturali.

All’Istituto Comprensivo Marco Polo di Prato, alla presenza del dirigente scolastico Angelina Dibuono i ragazzi dell’Istituto accompagnati dalla loro maestra Roberta Mimi e i referenti per Poste Italiane Fortunato Iiriti,  Maria Stuto  (ufficio comunicazione) e Paolo Pacileo (referente filatelico), si è svolta un’altra tappa del progetto “Il risparmio che fa scuola”, che ha coinvolto circa 25 alunni .

Dopo una breve presentazione e la proiezione del cartone animato “Le avventure della famiglia panda” (che ha raccontato in modo giocoso e divertente gli argomenti del risparmio e dell’economia), i bambini sono stati impegnati in un Gioco dell’oca a squadre la cui formula è stata adattata per l’occasione con domande sulle tematiche del progetto.

Il progetto ‘Il risparmio che fa a scuola”  è un’occasione per promuovere con gli strumenti più attuali della comunicazione e del gioco, la diffusione dell’importanza e del senso etico del risparmio, estendendone il significato e il valore al fine di educare i ragazzi ai principi di un’economia sostenibile, al rispetto dell’equilibrio ambientale, e al rifiuto dei comportamenti che portano allo spreco di risorse naturali.

Al termine dell’incontro, i rappresentanti di Poste Italiane hanno distribuito a tutti i bambini presenti che hanno partecipato un piccolo regalo. Tutti gli istituti aderenti all’iniziativa accumuleranno un bonus risparmio che Poste Italiane e CDP trasformeranno in beni di consumo - come ad esempio materiali di cancelleria - che saranno destinati alle scuole partecipanti.

Da sempre Poste Italiane e CDP svolgono la missione di contribuire alla crescita del Paese attraverso la raccolta del risparmio per finanziare opere e infrastrutture di pubblica utilità. Poste Italiane e CDP consentono, infatti, che il risparmio dei privati, e quindi la ricchezza del singolo, si trasformi in una leva per lo sviluppo, il progresso e il benessere dell’intera comunità.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi