Inchiesta sulla corruzione, indagati in silenzio davanti al gip

Il procuratore capo Giuseppe Nicolosi

I due ispettori di polizia e la mediatrice cinese accusati di essersi scambiati favori in cambio della concessione di permessi di soggiorno si sono avvalsi della facoltà di non rispondere