Aeroporto di Firenze, ritirato l'emendamento "taglia Via"

Ad annunciarlo Civati dal suo blog e la Prestigiacomo tramite l'Ansa: "Questa battaglia è stata condotta in modo unitario con tutte le opposizioni e finalmente vinta alle 7 del mattino"

PRATO. L’emendamento che tagliava l’iter per realizzare l’aeroporto di Firenze non prevedendo, tra i vari passaggi, la Valutazione di impatto ambientale è stato ritirato. A sostenerlo l’esponente di Forza Italia Stefania Prestigiacomo che affida la sua nota all’agenzia Ansa: "Dopo una battaglia in commissione durata 4 giorni finalmente il governo ha ritirato l'emendamento del governo che escludeva tutte le strutture aeroportuali italiane dalla valutazione di impatto ambientale solo in palese contrasto con l'unione europea e le direttive comunitarie che avrebbe sicuramente comportato l'apertura della procedura di infrazione solo per superare alcune difficoltà sorte e i problemi relativi alla via per l'aeroporto di Firenze. Questa battaglia è stata condotta in modo unitario con tutte le opposizioni e finalmente vinta alle 7 del mattino".

Ma anche Civati nel suo blog, ripreso a Prato sul profilo Facebook, dal segretario del Partito democratico Gabriele Bosi dopo che ieri in tutto il giorno la notizia della cancellazione della Via era stata molto commentata sui social.

Buona notizia il ritiro dell'emendamento alla Legge di stabilità che prevedeva la deroga alla Valutazione d'impatto...

Posted by Gabriele Bosi on Lunedì 14 dicembre 2015

“I deputati di Alternativa Libera-Possibile affermano – ha scritto Civati – che il governo ha deciso di ritirare il suo emendamento alla legge di stabilità che di fatto spianava la strada alla costruzione del nuovo aeroporto di Firenze in spregio alle norme vigenti e bypassando la volontà popolare. Se pensa di ripresentarlo in aula alla Camera, magari blindandolo con la fiducia, metta in conto di dover farci portare via di peso dalle emiciclo di palazzo Montecitorio perché combatteremo con tutte le nostre forze per evitare questo scempio”.