Anziani maltrattati, per il M5S è anche colpa di Comune e Regione

Il consigliere regionale Andrea Quartini (M5S)

Il consigliere regionale Quartini annuncia un'interrogazione: "Sottovalutato il logoramento degli operatori nella casa di riposo"

PRATO. "Riteniamo che sul caso Rsa Narnali di Prato sia necessario accertare con chiarezza le responsabilità penali e punirle, ma il caso esplicita anche responsabilità politiche di mala gestione del servizio sanitario regionale che quantomeno non ha monitorato e controllato a dovere il personale della struttura e dimentica troppo spesso di operare sulla prevenzione del burn-out degli operatori, quelli interni Asl e quelli gestiti dall'affidatario privato". Lo ha detto il consigliere regionale M5S Andrea Quartini, annunciando oggi, 13 luglio, un'interrogazione sulla vicenda della Rsa pratese.

Quartini ha sottolineato la mancanza di controlli sulla vicenda da parte del "Comune di Prato, cui compete il rilascio dell'autorizzazione all'esercizio delle strutture sanitarie private e la verifica; del Dipartimento di prevenzione dell'Asl che deve effettuare verifica tecnica preliminare e permanente dei requisiti e verifica deve essere però permanente; e dell'ente affidatario, in questo caso il Consorzio Astir, che ha compito di predisporre un piano di formazione aggiornamento del personale".

Per Quartini "a questi si aggiunge la sottovalutazione da parte della Regione Toscana di curare la prevenzione del burn-out degli operatori, quel processo di 'logoramento' o 'decadenza' psicofisica dovuta alla mancanza di energie e di capacità per sostenere e scaricare lo stress accumulato nella cura di ruoli di assistenza con persone cronicamente non autosufficienti". Il gruppo M5S chiede al governatore Rossi e all'assessore alla sanità Saccardi "quali provvedimenti la Regione intende assumere al fine di strutturare un supporto formativo e psicologico agli operatori socio sanitari dipendenti delle cooperative sociali; e se non ritiene opportuna un'indagine circa la qualità e correttezza del servizio erogato dal sistema cooperativo all'interno di tutte le Rsa toscane".