Sequestrato un centro massaggi abusivo

Il centro massaggi sequestrato nel viale della Repubblica

Sigilli a un immobile di viale della Repubblica. Recentemente i residenti si erano lamentati per la presenza di donne in abiti succinti

PRATO. Un centro estetico abusivo è stato sequestrato nella mattinata di oggi dalla polizia municipale in viale della Repubblica, non lontano dall'ingresso dell'Istituto tecnico Buzzi. Dalla polizia municipale si apprende che il centro massaggi, aperto da pochi mesi al civico 94, era privo di autorizzazioni. Nei giorni scorsi i residenti si erano lamentati e avevano postato su Facebook la foto di una donna cinese in abiti succinti, apparentemente intenta a truccarsi nella parte inferiore della vetrina, per il resto oscurata da una tenda. Al momento del sequestro erano presenti anche i carabinieri del Nucleo antisofisticazione e l'Ispettorato del lavoro per verificare la regolarità dei contratti delle donne trovate all'interno del centro massaggi.

Al termine del controllo è stata denunciata la titolare dell'attività, una donna cinese di 35 anni. Due i verbali di violazione amministrativa elevati dagli agenti e dai carabinieri del Nas per esercizio abusivo dell’attività di estetica e per la mancanza dei requisiti richiesti dalla legge, per un totale di circa 10.000 euro. I carabinieri del nucleo dell’ispettorato del lavoro hanno invece elevato multe per 11.140 euro, provvedendo anche alla sospensione dell’attività, proprio per aver riscontrato il 100% della forza lavoro in nero.