Prato, il "decalogo del rispetto" dei Fratelli d'Italia

La distribuzione dei volantini nelle zone della città a più alta densità di immigrati. Tra le regole di civiltà "non picchiare le donne, non sputare per terra, non coprirti il volto in pubblico"

PRATO. Oggi pomeriggio, sabato 22 novembre, Fratelli d’Italia  ha distribuito il "decalogo del rispetto”, un volantino in doppia lingua contenente dieci basilari regole di civiltà e convivenza.


Le zone interessate saranno via Pistoiese, la zona di via Cironi ed il Soccorso e le lingue scelte sono il cinese, l’arabo e il francese.


“L’Italia vi ha aperto le porte, ora se volete rimanerci dovete rispettare le nostre regole” così inizia il decalogo, per introdurre una serie di regole basilari di civiltà, spesso disattese: parla Italiano, manda i bambini a scuola, non picchiare le donne, rispetta le nostre tradizioni, non contraffare prodotti, non coprirti il volto in pubblico, non sporcare, non sputare per terra, non macellare sgozzando gli animali".


Queste in sintesi le norme che il partito di Giorgia Meloni  ha distribuito  nelle zone con le maggiori criticità di coesistenza tra italiani e stranieri, con invito finale rivolto a chi non si trovasse d’accordo sui dieci punti a far ritorno nel paese d’origine.