Prato. Aerei pubblicitari per "Silvio libero", Bensi a Rossi: "Rispondiamo coi volantini". Il governatore: "Sarò con voi"

Il decano del Pd di Prato Mario Bensi accetta la proposta del governatore Rossi di "bombardare" con i volantini inneggianti il rispetto della legge l'iniziativa del Pdl per "Silvio libero". Enrico Rossi, che aveva risposto con un Tweet alla provocazione di Bensi, rilancia e assicura: "Se mi sarà possibile, sarò con voi in Versilia a volantinare"

v

(foto d'archivio)


PRATO. "Bravo presidente Rossi, noi i volantini li faremo ma vieni anche tu a darci una mano". E' la risposta del decano del Pd di Prato Mario Bensi che accetta la proposta del presidente della Regione Enrico Rossi di "bombardare" con i volantini l'iniziativa Pdl per "Silvio libero" che prevederebbe di far volare sui cieli delle spiagge più frequentate d'Italia aerei pubblicitari inneggianti la libertà del Cavaliere. "Io prenderò contatti con il Pd di Viareggio - continua Bensi - per vedere di fare qualcosa per Ferragosto. Intanto ringrazio Rossi per il suo intervento".

Il governatore della Toscana non si è fermato qui, ha chiesto e ottenuto il cellulare di Bensi al quale ha assicurato:" Se mi sarà possibile, sarò con voi a volantinare in Versilia". Nel frattempo, è stata Daniela Santanchè, in un'intervista all'Huffington Italia, a confermare la volontà del popolo azzurro di scatenare l'offensiva agostana.

 

Il governatore della Toscana Enrico Rossi ha risposto con un tweet all’appello del decano del Pd di Prato, che aveva chiesto la mobilitazione del governatore per chiudere lo spazio aereo sui cieli della Toscana così da impedire agli aerei pubblicitari inneggianti alla libertà del Cavaliere - una proposta Pdl pubblicata dal quotidiano Libero - di disturbare i bagnanti durante quei pochi giorni di vacanza che si concedono.

 

Rossi, come d’altro canto Bensi che ha lanciato la provocazione, sa bene che chiudere lo spazio aereo della Toscana sarebbe risultato impossibile. Dunque il presidente della Regione ha proposto di utilizzare come “contraerea” un volantinaggio serrato per diffondere il messaggio che “la legge è uguale per tutti” con un riferimento alla Costituzione.