«Silvio libero»: si vieti agli aerei pubblicitari di volare in Toscana

È l’appello del presidente dei garanti del Pd di Prato che chiede al presidente della Regione di vietare lo spazio aereo per questi velivoli. Il tour sulle spiagge di Berlusconi contro la sua condanna toccherà anche Capalbio e Forte dei Marmi

PRATO. Quando è troppo è troppo. Ha pensato Mario Bensi, presidente provinciale dei garanti del Partito democratico pratese, durante la consueta passeggiata lungomare a Viareggio dove adesso si trova in vacanza. Vedersi passare sulla testa gli aeroplani con la scritta “Silvio libero” mentre ci si gode il meritato riposo sulla spiaggia è davvero un affronto. Ed ecco che ha deciso di inviare un appello al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: «Blocchiamo lo spazio aereo per quei velivoli che trasportano striscioni di questo tipo con protagonista Berlusconi». E perché? «Perchè Berlusconi è condannato», risponde Bensi che delle trovate del Cavaliere è scocciato ormai da tempo «e credo che non si possa far volare qualunque messaggio».

La trovata a cui fa riferimento è il tour sulle spiagge di Berlusconi contro la sua condanna. Tour che toccherà, infatti, inizierà il prossimo 15 agosto e toccherà anche Forte dei Marmi e Capalbio. «Non so se il presidente Rossi potrà farlo ma se almeno le vacanze sul litorale toscano non ce le rovina. Sarebbe già un bel risultato», conclude Bensi .