Prato, centinaia di studenti delle superiori scioperano contro le lezioni a distanza

Questa mattina, giovedì 18, la rete degli studenti medi di Prato ha raccolto un centinaio di ragazzi per un'assemblea in streaming. "Siamo stanchi di essere continuamente spostati da casa a scuola"

PRATO. Oggi, giovedì 18, centinaia di studentesse e di studenti delle scuole superiori di Prato hanno scioperato contro la didattica a distanza. Alcuni di loro, in più di 100, si sono riuniti in un’assemblea online per discutere degli effetti che la didattica a distanza sta avendo nelle loro scuole.

Marta Fattori, coordinatrice della Rete degli studenti medi di Prato, dichiara: “Eravamo tante e tanti, provenienti da tutte le scuole della provincia, tant’è che la piattaforma che stavamo usando non ce l’ha fatta a contenerci tutti. Da quest’assemblea è emersa la voce unanime di noi studenti che, continuamente spostati da casa a scuola e viceversa, non ce la facciamo più. Pensiamo che tutto questo avvenga a causa di chi dovrebbe rendere le nostre scuole degli spazi sicuri e, dopo mesi e mesi di promesse sul rientro duraturo in presenza, invece ci ritroviamo ancora una volta ad essere chiusi in casa. Non ce la facciamo più!”