Contenuto riservato agli abbonati

Pontedera, c'è un campione del mondo per la panchina: Mauro Camoranesi. Diesse: i primi nomi

L’ex Juventus invia segnali al club granata. Più che raddoppiata la potenza economica societaria: le cifre

PONTEDERA. Quello del Pontedera calcio è un ambiente elettrico in questi giorni. Dopo la presentazione del nuovo assetto societario – contraddistinto dall’ingresso dell’imprenditore Rosettano Navarra, detentore ora del 39% delle quote del club – in casa granata va avanti la rivoluzione.

LAVORI IN CORSO


Prima di tutto prosegue la ricerca di un direttore sportivo che si occupi della scelta dei giocatori per la prossima stagione – considerato l’addio dell’ormai ex direttore generale, Paolo Giovannini ,– e di un allenatore che prenda il posto di Ivan Maraia, anche lui con un futuro lontano dal Mannucci. Per la figura di diesse è spuntato il nome di Vittorio Cozzella, ma al momento non risulta alcuna trattativa concreta con lui. Per la panchina, invece, spunta un profilo suggestivo. C’è un grande nome. Un ex campione del mondo che ha timidamente mostrato disponibilità a sposare il progetto del Pontedera. Soltanto chiacchiere per il momento, ma chissà. Di sicuro, aumenta la potenza economica del club, col versamento di denaro da parte dei soci più che raddoppiato rispetto agli ultimi anni.

IL GRANDE NOME

È bene ribadirlo, a scanso di equivoci. Non c’è un nome definito a cui Navarra e soci vogliono affidare la panchina del Pontedera. Per ora. Siamo nella fase delle valutazioni generali. E proprio perché niente è ancora deciso, alla porta del Pontedera – attraverso un agente sportivo che collabora col club granata – ha bussato Mauro German Camoranesi. L’ex centrocampista della Juventus – campione del mondo con la nazionale azzurra nel 2006 – ha fatto sapere che sarebbe disposto a fare una chiacchierata con la società. Dopo aver allenato tra Messico, Argentina e Slovenia, con risultati non sempre brillanti, Camoranesi è reduce dall’avventura al Maribor, dal settembre 2020 al febbraio 2021, dove è stato esonerato quando la squadra era 2ª in classifica a due punti dalla capolista. Per il momento il Pontedera si è limitato a registrare l’interesse di Camoranesi.

LE CIFRE DEI NUOVI SOCI

Il versamento di soldi dei soci del Pontedera passerà da 200mila a 500mila euro complessivi. Questa è praticamente una certezza. Il club, quindi, vedrà più che raddoppiata la propria potenza economica. Un rapido retroscena: Navarra ha scelto il 39% delle quote – e non il 40% – per una questione di superstizione legata ai numeri dispari.

I TIFOSI

Nella serata di mercoledì i tifosi granata si sono riuniti per parlare del nuovo corso del Pontedera. È stato deciso che, con la rivoluzione della società, si esaurisce la contestazione. Ora più che mai, per la tifoseria è fondamentale creare entusiasmo attorno alla squadra e sostenerla col massimo del calore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA