Il Pontedera sfiora l'impresa con la Reggiana

La gioia dei granata dopo il gol di Magnaghi (foto Franco Silvi)

La truppa di Maraia raggiunta due volte dalla capolista al termine di un'ottima prestazione

PONTEDERA. Un ottimo Pontedera, seppur reduce da tre sconfitte di fila, si scrolla di dosso paure e preoccupazioni e sfiora l'impresa con la prima della classe.

Finisce 2-2, al Mannucci, il posticipo con la Reggiana, ma sono i ragazzi di Maraia ad andare più vicini al colpo grosso. Perché a tratti subiscono la capolista, è vero, ma ripartono sempre e in bello stile. Tanto da chiudere la prima frazione in vantaggio per merito della solita zampata di bomber Magnaghi (dopo un tiro di Caponi respinto dal portiere).

Nella ripresa gli emiliani spingono ancora di più e Zamparo riporta il risultato in parità. Ci si aspetta il forcing degli ospiti, ma è di nuovo il Pontedera a portarsi avanti con capitan Caponi che stavolta si mette in proprio e infila la porta emiliana. Nel finale, poi, proprio un intervento di Caponi provoca un dubbio rigore che ancora Zamparo trasforma.

Al Pontedera resta qualche rimpianto, ma questo la dice lunga sulla prestazione offerta dai granata.

Pontedera-Reggiana 2-2

Pontedera: Sposito; Matteucci, Espeche, Bakayoko; Perretta, Catanese, Caponi, Barba (75’ Parodi), Milani; Benedetti (84’ Mutton); Magnaghi. A disp.: Angeletti, Nicoli, Bardini, Shiba, Mattioli, Marianelli, D’Antonio, Benericetti. Regoli, De Ioannon. All.: Ivan Maraia.

Reggiana: Voltolini; Luciani, Rozzio, Camigliano; Guglielmotti (46’ Anastasio), Rossi, Cigarini, Sciaudone (46’ Radrezza), Neglia (65’ Sorrentino); Rosafio (65’ Lanini), Zamparo (84’ Muroni). A disp.: Marconi, Contessa, Scappini, Chiesa, Libutti, Cauz, Muroni. All.: Aimo Diana.

Arbitro: Davide Di Marco di Ciampino, assistenti Pragliola di Terni e Pedone di Reggio Calabria.

 Reti: 38’ Magnaghi, 56’ Zamparo, 63’ Caponi, 73’ Zamparo (R).

Note: Calci d’angolo: 2-5. Ammoniti: Caponi; Anastasio. Recupero: 0’+4’.