Altra caduta del Pontedera che perde a Cesena

Un momento di Cesena-Pontedera

Granata sfortunati: dopo un avvio difficile giocano una buona gara sfiorando più volte un pari che avrebbero ampiamente meritato

CESENA. Terza sconfitta consecutiva per il Pontedera che, nel turno infrasettimanale, s'arrende in casa del Cesena.

Stavolta, però, il risultato penalizza decisamente i granata che dopo un avvio durissimo entrano in partita, la riaprono e costruiscono anche molte occasioni per pareggiarla. L'inizio, come detto, è complicato con Ardizzone che prende un palo e Bortolussi che porta avanti i suoi all'8'. Col passare dei minuti, però, il Pontedera cresce e già il raddoppio di Tonin arriva in un momento in cui i granata si fanno preferire.

Nella ripresa entra anche Mutton e il Pontedera praticamente domina. Il solito Magnaghi riapre i giochi e, come detto, le occasioni per raggiungere un pareggio ampiamente meritato arrivano. Non il gol, però, così alla fine sorridono i bianconeri di casa.

Cesena-Pontedera 2-1

Cesena: Nardi; Munari (68’ Ciofi), Mulè, Gonnelli (60’ Pogliano), Favale; Missiroli (68’ Berti), Rigoni, Ardizzone; Pierini, Bortolussi (60’ Caturano), Tonin (80’ Ilari). A disp.: Benedettini, Steffè, Brambilla, Nannelli, Shpendi C., Shpendi S., Yabre. All.: William Viali.

Pontedera: Angeletti; Shiba, Matteucci, Espeche; Perretta (83’ Mattioli), Marianelli (46’ Mutton), Caponi, Catanese, Milani (60’ Parodi); Benedetti (77’ Barba); Magnaghi. A disp.: Santarelli, Bardini, Pretato, Di Meo, D’Antonio, Regoli, Del Carlo. All.: Ivan Maraia.

Arbitro: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa.

Reti: 8’ Bortolussi, 37’ Tonin, 68’ Magnaghi.

Note: Calci d’angolo: 4-8. Ammoniti: Matteucci; Ardizzone. Recupero: 0’+3’.