Derby amaro, il Pontedera ko con la Lucchese

Seconda sconfitta consecutiva per i granata al termine di una gara ricca di gol, capovolgimenti e colpi di scena

PONTEDERA Seconda sconfitta di fila per il Pontedera, la prima nel fortino del “Mannucci”: un derby ricco di gol ed emozioni (soprattutto all’alba del match) si tinge di rossonero, la Lucchese vince in (contro) rimonta 3-2.

Avvio scoppiettante e 2-2 all’intervallo: rossoneri subito avanti con l’ex Semprini, il Pontedera la ribalta in tre minuti con le zuccate di Mutton e Bakayoko; poco dopo la mezz’ora ancora Semprini devia una conclusione di Fedato e beffa Sposito: doppietta e parità. Gli ospiti partono forte nella ripresa e mettono la freccia con Fedato, a segno dagli undici metri (Sposito intuisce e per poco non respinge). I granata provano a reagire, la Lucchese concede pochissimo e porta a casa i tre punti. Cade l’imbattibilità casalinga dei granata, che, tra le mura amiche, avevano conquistato 10 (sui 12 a disposizione) degli 11 punti in classifica. Torna al successo e sale a quota 10 punti la Lucchese, che era reduce da due ko di fila e nelle ultime quattro gare aveva conquistato un solo punto. La fase di studio non c’è, il derby entra subito nel vivo e l’avvio è pirotecnico. Passano tre minuti e la Lucchese colpisce alla prima occasione: Corsinelli va via sulla sinistra, cioccolatino per l’accorrente Semprini, che controlla, prende la mira e la piazza nell’angolino basso alla sinistra di Sposito per il classico gol dell’ex. Vantaggio effimero, il Pontedera la ribalta con un micidiale uno-due in fotocopia. Al 6’ punizione di Caponi dalla sinistra, Mutton svetta e di testa insacca l’1-1. Passano centoventi secondi, altra punizione di capitan Caponi, più o meno dalla stessa mattonella: stavolta la zuccata vincente è del difensore Bakayoko. Tre reti in meno di dieci minuti e Pontedera avanti 2-1. Squillo di Fedato al quarto d’ora, la Lucchese preme e ha una ghiotta chance proprio con Fedato (21’), pescato da un filtrante al bacio di Corsinelli: piattone di prima intenzione dal vertice dell’area, la sfera scheggia il palo alla destra di Sposito. Risposta immediata dei granata, vicini al tris; imbucata di Catanese per Magnaghi, stop a seguire e conclusione mancina occhi negli occhi con Coletta, bravo a dire di no. Alla mezz’ora Pontedera ancora vicino al terzo gol, nuovamente con Magnaghi; pregevole trama offensiva con Barba che apre per Milani, assist per il numero 9, sinistro dal limite dell’area deviato in corner. Al 34’ Sposito è super sul colpo di testa di Bellich, pescato da un cross di Fedato; passano pochi secondi e la Lucchese pareggia: conclusione di Fedato da oltre 20 metri, Semprini è sulla traiettoria e la deviazione beffa Sposito: 2-2 e doppietta per l’ex granata. Prima del riposo brivido per il Pontedera. Fedato va via a Shiba sulla destra, assist per Corsinelli, che controlla e calcia quasi a colpo sicuro col mancino: Espeche (in campo con maschera protettiva dopo l’infortunio allo zigomo) ci mette la testa e mura il tiro. Poker di reti e parità all’intervallo.

È rossonero il primo squillo della ripresa: sforbiciata di Fedato (48’) sottomisura, la sfera termina a lato. Avvio di ripresa aggressivo degli ospiti, che, al 54’ si rendono ancora pericolosi con la zuccata di Baldan (in proiezione offensiva sugli sviluppi di un corner) che termina sull’esterno della rete. Cento secondi dopo campanile in area granata, Bakayoko trattiene Baldan: il direttore di gara decreta il calcio di rigore ed estrae il giallo per il difensore. Sul dischetto va Fedato, che incrocia il destro: Sposito intuisce e tocca, ma non può impedire che la sfera termini in rete. 2-3 e contro-rimonta Lucchese. Il Pontedera prova a scuotersi, dentro Pretato e Benedetti. Al quarto d’ora Magnaghi estrae dal cilindro un siluro improvviso dai 25 metri, pallone non distante dal palo, Coletta era sulla traiettoria. Cinque minuti dopo squillo Lucchese con l’autore del 3-2, Fedato: il numero 29 entra in area e lascia partire un destro potente, Sposito blocca. I granata non pungono, al 78’ chance per la Lucchese su punizione dal vertice dell’area di rigore: Corsinelli spara alle stelle. Cinque minuti dopo altro squillo rossonero con il sinistro a giro di Belloni che manca il bersaglio. All’88’ lampo del Pontedera: cross pennellato di Milani dalla sinistra, Mattioli in acrobazia manda alto sopra la traversa col mancino; coefficiente di difficoltà elevato, tentativo pregevole. Non succede nulla nel recupero, al fischio finale i giocatori rossoneri vanno a far festa sotto la curva occupata dai tifosi ospiti accorsi al “Mannucci”, i granata escono dal campo tra gli applausi. Lega Pro, girone B, 9ª giornata.

PONTEDERA (3-5-2): Sposito; Shiba (35’ st Parodi), Espeche, Bakayoko (16’ st Pretato); Perretta, Catanese (16’ st Benedetti), Caponi, Barba, Milani; Mutton (29’ st Mattioli), Magnaghi. A dis.: Angeletti, Santarelli, Bardini, Di Meo, Marianelli, D’Antonio, Regoli, Del Carlo. All.: Ivan Maraia.

LUCCHESE (4-3-3): Coletta; Corsinelli, Bellich, Baldan, Papini; Visconti (44’ st Bachini), Eklu Shaka, Frigerio (22’ st Brandi); Belloni (44’ st Nanni), Semprini, Fedato (39’ st Bensaja). A dis.: Cucchetti, Gibilterra, Babbi, Yakubiv, Schimmenti, Lovisa, Ruggiero, Dumbravanu. All.: Guido Pagliuca. ARBITRO: Stefano Milone di Taurianova (assistenti: Emanuele Fumarulo di Barletta e Michele Rispoli di Locri; quarto uomo: Fabio Cevenini di Siena).

RETI: pt 3’ e 34’ Semprini, 6’ Mutton, 8’ Bakayoko; st 12’ Fedato (rig.) NOTE: Ammoniti: Visconti, Fedato, Bakayoko, Magnaghi, Eklu Shaka, Benedetti, Espeche, Belloni, Milani; angoli: 4-5; recupero: 2’ e 5’.