Al veneto Matteo Baseggio la Coppa del Mobilio: primo e secondo posto

Si è aggiudicato la frazione in linea e la piazza d’onore nella cronometro Una medaglia d’oro per il campione del mondo Under 23 Filippo Baroncini

PONSACCO. È stato Matteo Baseggio, veneto, classe 1998, il protagonista principale della 69ª Coppa Mobilio, classica nazionale per dilettanti élite e under 23 con la presenza anche del campione del mondo Under 23 Filippo Baroncini. L’atleta della General Store, che aveva ottenuto la medaglia di bronzo domenica a Montecatini Terme, ha vinto la frazione in linea del mattino a Ponsacco davanti ai due bravi compagni di fuga ed è giunto secondo, confermandosi buon specialista, nella frazione pomeridiana a cronometro vinta dal laziale Martin Marcellusi della Mastromarco Sensi Nibali al secondo successo nel giro di 8 giorni dopo quello in provincia di Arezzo.

Baseggio con il primo e il secondo posto si è aggiudicato la 69ª Coppa Mobilio che lo ripaga dopo una stagione non proprio fortunata per una paio di stop osservati.


La gara del mattino in linea con ritrovo nella zona industriale di Gello presso la Ecofor Service ha riservato un andamento insolito con una fuga di 14 corridori nata in partenza dopo 13 km e rimasta in piedi fino alla fine. Sulla salita di Santo Pietro Belvedere i primi tre dell’ordine di arrivo hanno attaccato e si sono contesi il successo, Bella la prestazione del toscano Gimignani giunto quarto, mentre il gruppo con la maglia del campione del mondo Baroncini ha accusato al traguardo un ritardo di oltre 8 minuti. L’iridato Baroncini è giunto secondo nella volata del gruppo ed il sedicesimo posto non gli ha permesso di disputare la crono.

Prima del via ufficiale da Ponsacco, Baroncini è stato premiato con una medaglia d’oro da Silvano Marchetti, storico dirigente della Ciclistica Mobilieri che ha dato anche il via ufficiale alla gara assieme all’attuale presidente della società Franco Fagnani. Per il comune sono intervenuti la sindaca Francesca Brogi e l’assessore allo sport Francesco Vanni.

Nella gara a cronometro riservata ai primi 15 della gara mattutina bella prestazione di Marcellusi, che ha chiuso una stagione in crescendo e che dalla prossima stagione vedremo nei professionisti con la Bardiani Csf Faizané. È stato un duello sul filo dei secondi con Baseggio che ha accusato 3 secondi di ritardo, mentre sono finiti vicino anche Petrelli a D’Amato. Alla Coppa del Mobilio 2021 hanno preso il via 72 corridori di 13 squadre (all’ultimo momento il forfait del campione italiano Gabriele Benedetti con la Zalf Euromobil) con ottima organizzazione della società rossoblù ponsacchina presieduta dall’appassionato Franco Fagnani.

Ordine di arrivo (gara in linea): 1) Matteo Baseggio (General Store) Km 124, in 2h49’55” media Km 43, 786; 2) Yaroslav Parashchak (Iseo Rime Carnovali); 3) Gabriele Petrelli (CTF Friuli); 4) Samuele Gimignani (Maltinti Banca Cambiano) a 43”; 5) Meja Carmona (Etruria Team Sestese) a 1’48”; 6) Marcellusi a 1’51”; 7) Epis: 8) Michelucci; 9) Regnanti; 10) Biancalani.

Ordine di arrivo (gara a cronometro): 1) Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) Km 27, 4 in 34’41”, media Km 47, 378; 2) Baseggio a 3”; 3) Petrelli a 10”; 4) D’Amato a 11”; 5) Regnanti a 1’04”.

Classifica finale combinata (69ª Coppa Mobilio): 1) Matteo Baseggio (General Store); 2) Petrelli a 7”; 3) Marcellusi a 1’48”; 4) Gimignani a 2’30”; 5) Regnanti a 2’53”.

Antonio Mari

© RIPRODUZIONE RISERVATA