Pontedera, il bicchiere inizia a essere mezzo pieno

Il successo contro la Pistoiese valorizza anche i pareggi ottenuti in precedenza di fronte a Carrarese e Vis Pesaro

Pietro Mattonai

Pontedera. Vincere il derby per dare un senso ai pareggi con Carrarese e Vis Pesaro. Ivan Maraia e il capitano Andrea Caponi, dopo il successo del “Mannucci” contro la Pistoiese, lo hanno detto e ripetuto: i tre punti erano fondamentali per dare ai due punti in classifica un sapore del tutto diverso. E i granata, alla fine, ci sono riusciti: con il primo successo stagionale, il Pontedera ha iniziato ad accelerare portando tutti a guardare la metà piena del bicchiere mezzo vuoto delle prime due giornate. A confortare i tifosi, inoltre, non è solo la classifica, ma anche il gioco, che contro la Pistoiese, nonostante qualche sofferenza, è stato propositivo.


PROTAGONISTI

La squadra non ha deluso, è vero. Ma la vittoria ha tre firme precise: a centrocampo, in attacco e tra i pali. La prima è quella di Barba, che ha messo a segno il suo secondo gol in stagione dopo quello in Coppa Italia contro il Mantova. Il centrocampista ex Monza, ancora una volta ha fatto vedere di essere un valore aggiunto per il Pontedera. La seconda firma invece è quella di Simone Magnaghi. Arrivato in granata quest’estate, sembra essere al “Mannucci” da una vita: sgomita con gli avversari, si fa carico del reparto offensivo e, soprattutto, segna. Dopo il bellissimo gol rifilato alla Carrarese, Magnaghi ci ha preso gusto e ha timbrato anche nel derby con la Pistoiese, ancora una volta da fuori area. Salutato Magrassi, autore di 15 gol nello scorso campionato, il Pontedera potrebbe aver trovato un nuovo centravanti di riferimento. Infine, a suggellare l’incontro, ci ha pensato Alex Sposito. Criticato dopo l’errore di Pesaro, dal quale è nato il 2-0 degli avversari, il portiere ha respinto il rigore che avrebbe portato la Pistoiese al pareggio. Senza contare, poi, due ottime parate nel primo tempo. Segnali incoraggianti per un giovane che, al primo anno tra i professionisti, ha dimostrato di saper reagire.

PROSSIMI IMPEGNI

Archiviato il successo, il Pontedera ha di fronte tre settimane molto intense. Si comincia domenica alle 17,30 con la trasferta ad Ancona contro i padroni di casa che hanno pareggiato 0-0 con il Grosseto nell’ultimo turno. Dopodiché i granata torneranno al “Mannucci” per l’ennesimo derby della stagione, stavolta contro l’Aquila Montevarchi, in programma domenica 25 settembre. Gli aretini, dopo il ko all’esordio con la Reggiana, hanno inanellato un doppio successo contro la Virtus Entella e la Fermana. Prima di ottobre ci sarà il tempo per il primo turno infrasettimanale: il Pontedera, per l’occasione, sarà impegnato contro la Imolese. Infine, per il settimo turno di campionato (domenica 3 ottobre), i granata ospiteranno la Virtus Entella. Quattro partite in ventun giorni che potranno dire qualcosa in più sulla stagione. E che, giocoforza, richiederanno a Maraia di fare più di una rotazione. Il Pontedera vuol farsi trovare pronto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA