I Lupi si fanno i denti contro la Nazionale degli azzurrini Under 21 in attesa dell’esordio

Giovedì la presentazione delle squadre della Kemas Lamipel in piazza a Santa Croce. Il 2 ottobre il Memorial Parenti

Davide Ribechini

santa croce. La nuova Kemas Lamipel Santa Croce è scesa in campo, tra giovedì e sabato, per sfidare in un doppio confronto la Nazionale Under 21. Allenamenti congiunti di prestigio, i primi due della stagione. In entrambe le occasioni hanno prevalso gli azzurrini, più avanti nella condizione e con un obiettivo più immediato, i campionati mondiali di categoria in programma a fine mese in Sardegna, dal 23 settembre al 3 ottobre. Nel primo confronto coach Cezar Douglas ha scelto lo starting six con Acquarone e Walla Souza in diagonale, Fedrizzi e Colli schiacciatori, Festi e Arasomwan al centro, Pace libero. A partire meglio l’Italia di coach Frigoni, guidata in attacco dal toscano Stefani. Primo set monocolore azzurro, non così il secondo, lottato fino all’ultima palla da una Kemas visibilmente appesantita dai carichi di lavoro ma più coraggiosa e vivace. Dopo un terzo set ancora appannaggio degli ospiti, coach Cezar Douglas ha dato spazio a tutto il roster a disposizione, e così ha fatto la panchina avversaria: nell’ultimo parziale i “Lupi” sono riusciti a spuntarla, conquistando due break importanti nella prima metà e difendendoli dalla rimonta avversaria. Punteggi: 18-25, 23-25, 19-25, per i primi tre set di marca azzurra, e 25-23 per l’ultimo biancorosso.


Due giorni dopo, le squadre sono tornate in campo, sempre nello scenario del PalaParenti Gruppo Forum, purtroppo deserto per la restrizione delle “porte chiuse”. Novità nel sestetto biancorosso: subito dentro Caproni al centro, in coppia con Arasomwan. Per il resto, tutto identico: Acquarone-Walla Souza, Fedrizzi-Colli e Pace a guardia della seconda linea. La Kemas ha affrontato la seconda gara per come aveva finito la precedente: propositiva in attacco e in evidente crescita a livello di gioco. Il primo set, però, lo hanno comunque portato a casa gli ospiti, seppure ai vantaggi, trascinati da Stefani e Rinaldi, già in clima Mondiale. Nella seconda e terza frazione, invece, l’Italia ha preso subito in mano il comando delle operazioni, allungando fin dai primi scambi e controllando il generoso tentativo di rimonta messo in atto dai ragazzi di Cezar Douglas. Il tecnico brasiliano ha scelto, in questo match “di ritorno”, di non andare a modificare il sestetto titolare, e ha schierato nel quarto set lo stesso sestetto dei primi tre. Ne è uscito fuori un parziale combattuto, con la Kemas sempre avanti e gli avversari, irriducibili, a inseguire. Punteggi della seconda gara: 24-26, 19-25, 17-25 di marca ospite, è terminato invece 25-21 il quarto set vinto dai biancorossi.

Soddisfatta la società dei Lupi Santa Croce, che sta organizzando, intanto, la presentazione non solo della serie A2 ma di tutte le squadre, settore maschile e femminile. L’attesissimo evento si terrà giovedì 16 settembre, alle 21.15, a Santa Croce in piazza Garibaldi. La pre-season della prima squadra proseguirà poi sabato 18 settembre con un triangolare organizzato dalla società Tuscania (A3); un torneo che vedrà la partecipazione dei padroni di casa, dei Lupi e della Emma Villas Aubay Siena (A2), per un gustoso anticipo di derby. Il 22 settembre la Kemas tornerà ad affrontare ancora una volta la Tuscania, ex squadra del libero Domenico Pace, ma questa volta al PalaParenti. Sette giorni dopo, il 29 settembre, altro match di preparazione, questa volta a Siena, Pala Estra, mentre la stessa Siena si presenterà al palazzetto di via del Concilio sabato 2 ottobre per l’attesissimo Memorial Parenti, l’evento che storicamente apre la stagione ufficiale agonistica dei Lupi. Domenica 10 ottobre via al campionato di A2 Credem Banca con la trasferta a Mondovì; sette giorni dopo, debutto in casa contro la neopromossa Delta Group Porto Viro.© RIPRODUZIONE RISERVATA