Mister Luca Venturini: «Chiuso un lungo capitolo, per il futuro vedremo...»

Eccellenza, l’addio al san miniato basso dopo 11 anni 

SAN MINIATO. Dopo undici anni si separano le strade del San Miniato Basso e di mister Luca Venturini. «Si chiude un lungo capitolo. La società ha preso questa decisione e va capita», spiega Venturini, al quale il San Miniato Basso ha dedicato un post carico di affetto sul profilo Facebook. «Entrambe le parti hanno dato e ricevuto tanto. Negli anni si sono instaurati profondi legami di amicizia, ci tenevo a chiudere così, abbracciando tutti». Una lunga storia d’amore sulla panchina giallorossa, un’esperienza iniziata nel 2010 in Prima categoria e caratterizzata dalla doppia promozione fino ad arrivare all’Eccellenza. «Ci siamo tolti tante soddisfazioni in questi anni, non abbiamo mai disputato campionati di sofferenza e non so quanti playoff abbiamo giocato. Se dovessi scegliere la stagione speciale, però, direi quella della promozione dalla Prima categoria. Fu un’annata particolare, anche caratterizzata dagli infortuni, ma riuscimmo ad arrivare secondi e vincere la finalissima playoff contro l’Audax Rufina. Nel 2013 c’è stata la svolta, l’inizio di un ciclo che ci ha dato entusiasmo e ha spinto la società a riorganizzarsi e puntare ad arrivare a campionati più importanti». Chiusura e saluto nel segno dei tre punti per Venturini: 3-2 al Camaiore al “Pagni” (prima gara con il pubblico sugli spalti) e 0-1 nel derby con la Cuoiopelli: «Ha fatto piacere chiudere con due vittorie: la squadra ha espresso un buon calcio e ha dimostrato il suo valore. Avevamo vinto anche il derby con il Tuttocuoio (2-1 in rimonta con doppietta di Micchi; i neroverdi, falcidiati da Covid e infortuni, si sono ritirati dal campionato). Avremmo potuto fare qualcosa in più, ma, in un torneo così corto, la partenza ad handicap ci ha condizionato». Sul futuro: «Il mio percorso l’ho fatto, non sono più un ragazzino. Allenare mi piace, ma il campionato è appena finito e le squadre si sono già riorganizzate: vedremo, se capita la situazione giusta valuto, andare tanto per… no». — A.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA