Il tecnico: potevamo fare di più nel primo tempo ma stiamo crescendo

pontedera. Quarta partita senza subire gol. Il Pontedera raccoglie un punto con l’Alessandria, ma in casa granata non si può che sorridere dopo l’ennesima prestazione di livello.

«Nel primo tempo avremmo potuto fare di più – dice mister Ivan Maraia – inizialmente l’Alessandria ci ha un po’ sorpreso, ma superati i primi minuti siamo stati molto pericolosi: c’è un po’ di rammarico per non aver concretizzato».


Nella ripresa, invece, è salito in cattedra il terzetto Risaliti-Piana-Benassai. «Sono mancate un po’ di energie per ribattere alle loro offensive e abbiamo creato meno – continua il mister – la linea difensiva, però, ha fatto molto bene e abbiamo rischiato poco». Con la salvezza ormai archiviata, il Pontedera guarda in avanti con maggiori consapevolezze. «Fare questo tipo di partita alla terza gara in una settimana contro un avversario di valore è un gran segnale – commenta – la squadra ha maggiori sicurezze e, facendo bene, aumenta l’autostima: noi lavoriamo come sempre, ma quando si è in fiducia si riesce a fare sempre qualcosa in più. Vogliamo migliorarci – conclude Maraia – la squadra ha questo obiettivo e ci proveremo». – P. M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA