Pontedera, Tommasini si veste di nerazzurro Alla corte di Maraia ci sono Semprini e Giani

Oltre allo scambio con il Pisa (da cui arriva la giovane punta) per i granata c’è anche il ritorno dell’attaccante dal Sudtirol

Tommaso Silvi

PONTEDERA. Il triangolo di mercato si è chiuso. E il Pontedera ci guadagna due attaccanti. Ieri pomeriggio sono stati definiti i dettagli per il passaggio di Christian Tommasini al Pisa. Il centravanti classe 1998 lascia la maglia granata dopo due stagioni e mezzo e 11 reti realizzate in 63 gare di campionato. In nerazzurro, però, Tommasini sarà soltanto di passaggio. Per lui è pronta un’avventura in prestito in un club di serie C. L’affare tra Pontedera e Pisa dovrebbe essere ufficializzato oggi.


E proprio oggi potrebbe tornare nello spogliatoio del Mannucci Mauro Semprini. Il calciatore, 22 anni, ha passato la prima parte di campionato in prestito al Sudtirol, nel girone B. Per lui solamente alcuni spezzoni di gara, senza alcun gol all’attivo. Da qui la decisione del club di rimandarlo a Pontedera, dove Semprini, nella scorsa stagione, si era messo in evidenza con 26 presenze e 3 reti.

Ma l’attacco granata avrà un altro volto nuovo. Si tratta del classe 2000 Elia Giani, di proprietà del Pisa. In serie B non ha trovato spazio: per lui soltanto una manciata di panchine e tanta tribuna. Giani aveva fatto parlare di lui negli anni scorsi come talento assoluto, poi un brutto infortunio lo ha allontanato dal campo per parecchi mesi. Pisa, in questo momento, non è la piazza giusta per rilanciarsi. Meglio la serie C, a Pontedera, dove l’ambiente è abituato a lavorare con i giovani. Con l’arrivo di Semprini e Giani, si allarga il ventaglio di scelte a disposizione di Maraia. Tutti e due hanno caratteristiche dinamiche che si sposano perfettamente con quelle dell’altra freccia offensiva nell’arco granata, Andrea Magrassi. Da mesi il Pontedera gioca con il 3-5-1-1, con Magrassi centravanti e uno tra Benedetti e Stanzani (più centrocampisti offensivi che attaccanti) alle sue spalle. Semprini e Giani sono due punte vere e possono fare coppia con Magrassi là davanti. Un’ottima notizia per il Pontedera, che anche domenica scorsa con l’Albinoleffe ha dimostrato di avere qualche problemino in zona gol.

Ora resta da sciogliere il nodo Faella. Il calciatore, arrivato in estate dalla serie D, non è nei piani di Maraia. Ha trovato poco spazio in campionato ed è destinato a trovarne ancora meno con l’arrivo di due nuovi “colleghi” di reparto. Sul suo futuro, per ora, non ci sono novità. Il direttore generale Paolo Giovannini nei giorni scorsi ha parlato con l’agente del calciatore facendo presente la situazione. Nelle prossime settimane, quindi, con ogni probabilità Faella lascerà Pontedera. Resta da capire con quale tipo di formula lo farà. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA