Il castello da sogno con torre e mura finisce all’asta per 642mila euro

Il castello di Gello Mattaccino nel comune di Casciana Terme Lari

L’immobile di 800 metri quadrati con 28 vani svetta sulle colline di Casciana Terme: martedì 25 gennaio il terzo tentativo di vendita 

CASCIANA TERME LARI. Fu un baluardo di primaria importanza per Lucca e poi per Pisa. Ora è all’asta. È il castello di Gello Mattaccino, nel comune di Casciana Terme Lari. Presso questa antica fortificazione si trovava la pieve di San Martino in Gello o di San Martino in Colline, la più antica della diocesi di Lucca, risalente al 764 d.C. Ancora oggi il castello si erge con la sua imponenza sull’ampia e verde vallata del fiume Fine, meritandosi il titolo di rocca residenziale fra le più mirabili della provincia.

Svetta ancora la torre smerlata e la cinta muraria che sovrastano il paesaggio verde della Toscana. Rimane il castello con l'antico mulino e molti agriturismi sono sorti per permettere di visitare la zona alla maniera toscana.


Martedì 25 gennaio, tutto questo bendidio, va all’asta: valore 642mila 600 euro, offerta minima di 481mila 950euro per aggiudicarsi la piena proprietà dell’intero bene con accesso attraverso resede esclusivo di 3.070 metri quadrati. Come recita la perizia del tribunale l’unità immobiliare si sviluppa su tre piani fuori terra, oltre a un piano interrato, collegati da scale interne, oltre alla torre che si sviluppa su cinque piani fuori terra e un piano interrato. Conta 28 vani su 803 metri quadrati. L'immobile risulta libero da persone.

Rialzo minimo in caso di gara 10mila euro a partire dalle 9.30 di martedì mentre i termini deposito scadono lunedì 24 alle 13. Nell’asta senza incanto si presenta un’offerta segreta in busta chiusa e, in caso di più offerte, si procede a una gara sull’offerta più alta. Per partecipare all’asta è necessaria la presentazione di una cauzione pari al 10% del prezzo offerto mediante bonifico bancario su conto corrente o con assegno come da regolamento, e in caso di mancata aggiudicazione la cauzione viene immediatamente restituita. Oltre al prezzo di aggiudicazione si pagano i soli oneri fiscali (Iva o Imposta di registro), con le agevolazioni di legge (prima casa, imprenditore agricolo, ecc.).

Come nel caso di ogni altra asta un professionista delegato dal tribunale di Pisa (avvocato, notaio o commercialista) fornisce gratuitamente tutte le informazioni necessarie e un custode incaricato si occupa altrettanto gratuitamente della visita dell’immobile.

In mancanza di offerte il giudice disporrà che il delegato alla vendita proceda, entro 10 mesi, a due nuovi esperimenti di vendita: il primo a un prezzo inferiore di un quinto a quello stabilito ora di 481mila 950 euro, il secondo con un ulteriore ribasso del 15%. Per il castello di Gello Mattaccino si tratta della terza asta: la prima era stata fissata per il 27 aprile 2021, con un prezzo base di 945mila euro; la seconda dopo neanche cinque mesi (con la base scesa a 756mila euro).