Contenuto riservato agli abbonati

Vaccini, ancora oltre 11mila a rischio multa

A trainare la campagna (in provincia 3.236 prime dosi nell’ultima settimana) sono soprattutto le somministrazioni ai bimbi

PISA. A guidare la corsa alla vaccinazione sono i più piccoli. Gli over 50 frenano, ma il rischio multe fa raggiungere percentuali record di adesioni alla campagna vaccinale contro il Covid-19. Nell’ultima settimana, in provincia di Pisa, sono state somministrate 3.236 prime dosi, facendo ulteriormente lievitare la copertura vaccinale nell’area pisana (comuni di Pisa, Calci, Cascina, Fauglia, Crespina-Lorenzana, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano), che raggiunge quota 84,2 per cento, la più in alta nei territori gestiti dall’Asl Toscana Nord Ovest (province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e, in parte, Pisa). Sale invece all’87,4 per cento la percentuale dei residenti che hanno ricevuto almeno la prima dose (dato più alto nelle quattro province insieme all’area della Versilia) e all’84,2 per cento quella dei residenti che hanno completato il ciclo di due dosi. Rallenta, ma non si arresta, anche la macchina delle vaccinazioni nelle zone dell’Alta Valdicecina e della Valdera: 83,1 per cento la copertura vaccinale della popolazione, 86 per cento il totale dei residenti che hanno ricevuto almeno una dose.

BAMBINI


A trainare la campagna vaccinale sono soprattutto i bambini. Nell’ultima settimana sono state somministrate quasi duemila dosi pediatriche (1.167 nell’area pisana, 781 nelle zone dell’Alta Valdicecina e della Valdera). Dall’avvio delle vaccinazioni a favore della fascia di età tra i 5 e gli 11 sono 4.820 le prime dose somministrate (su un totale di 20.692 bambini) e 580 i cicli completati con Peccioli che guida la “classifica” dei comuni con il maggior numero di bambini ad aver aderito alla campagna (34,5 per cento). In Alta Valdicecina e Valdera si è sottoposto alla somministrazione il 20,1 per cento dei bambini (il 3 per cento ha completato il ciclo), ma è nell’area pisana che si registra il record di vaccinazioni pediatriche, con il 25,7 per cento (il 2,7 per cento con doppia dose) dei bambini che ha ricevuto la prima dose. Con il 30 per cento di under 12 che ha avviato il ciclo, Calci è il paese dell’area pisana con la più alta percentuale di vaccinati.

OVER 50

Prosegue, ma senza colpi di acceleratore, la campagna vaccinale degli over 50, la “categoria” per i quali il governo ha introdotto l’obbligo di possesso, dal 15 febbraio, del super Green pass per accedere ai luoghi di lavoro (prevista una multa da 600 a 1.500 euro per chi contravviene) e l’obbligo di vaccinazione entro il primo febbraio per tutti coloro che hanno superato la soglia dei 50 anni e non lavorano (prevista una sanzione di 100 euro). Nelle zone dell’Alta Valdicecina e Valdera sono 4.725 gli ultracinquantenni che non hanno ancora aderito alla campagna, 251 in meno rispetto ad una settimana fa. Nell’area pisana gli over 50 che non hanno ancora ricevuto la prima dose sono invece 6.397 (su una popolazione di 96.027), 331 rispetto a sette giorni fa.

BOOSTER

L’area pisana segna anche il record per il numero di terze dosi somministrate: ben 94.947 a favore dei 136.537 cittadini che hanno maturato la possibilità di ricevere il booster. Arrancano invece le zone dell’Alta Valdicecina e della Valdera, dove 55.821 residenti hanno completato il ciclo a fronte delle 90.350 terze dosi iniettabili.