“Chi si somiglia si piglia” al teatro Era: uno show a... sei zampe per aiutare il canile

I padroni e i loro animali sfilano per solidarietà, via al casting per la serata del 16 dicembre presentata da Genovesi e Gherardini 

PONTEDERA. Tornato a casa, Ulisse piange quando ritrova l’adorato cane Argo. Vecchio, malato, lo ha aspettato una vita. È l’unico a riconoscerlo. D’Annunzio aveva invece dei levrieri. Languidi, sensuali. Passo elegante e nobile assetto. E poi ci sono le coppie che sfilano davanti alla finestra dell’appartamento che il dalmata Pongo condivide con il padrone Rudy nell’intramontabile film “La Carica dei 101”. La signora paffutella con il carlino, quella impellicciata con il barboncino e la bambina con il suo cucciolo.

Dinamici o sedentari, robusti o esili, coccoloni o più riservati, i cani spesso ci rispecchiano. Non è un caso. È un fatto. Su questo tema si gioca il nuovo spettacolo in programma il 16 dicembre al teatro Era, “Chi si somiglia si piglia”, presentato da Guido Genovesi e da Marco Gherardini. E proprio da loro, insieme a Silvia Bigliotto e Rossella Prosperi, presidente dell’associazione “Amici animali a quattro zampe”, è nata l’idea del format, alla prima edizione in Valdera.


«Volevamo organizzare una manifestazione in favore dei pelosi del Parco Canile “La Valle incantata” di Lajatico e così, facendo due chiacchiere – spiega Bigliotto – si è concretizzato il disegno». Sarà puro divertimento a fin di bene. Perché il ricavato della serata sarà interamente devoluto alla onlus che gestisce il canile. «Basta fare un giro sul corso – continua Silvia – per rendersi conto di quanti pontederesi abbiano un cane. E spesso salta all’occhio l’affinità tra loro».

Tale cane, tale padrone. «Abbiamo pensato a un’esibizione». Un concorso per sorridere, per sensibilizzare sulle tematiche dell’abbandono. Per far conoscere la realtà del parco di Lajatico che si occupa di accogliere, sostenere e adottare i cani meno fortunati. «Ci sarà una giuria – entra nel merito la coordinatrice dell’iniziativa – che voterà il cane più buffo, quello più sexy e il duo uomo-animale che più si assomiglia. In giuria ci saranno dei tecnici ma anche professionisti di altri settori perché non si tratta di votare il cane più bello. Al di là della razza che non conterà, il messaggio è quello di dare importanza al legame tra animale e padrone».

Da domani partono i casting, le prime selezioni che porteranno alla scelta delle coppie che si contenderanno la finale del 16 dicembre. A condurre la serata, sul palco, con i protagonisti a quattro zampe e i loro inseparabili amici umani, ci saranno Genovesi e Gherardini.

«Sarà una delle mie presentazioni più coraggiose – dice Guido – . Cambio strada quando vedo passare un cane perché ho paura e mi prende l’ansia ma mi farò forza perché credo nei valori e nella solidarietà che veicola questo show». L’obiettivo è quello di riempire il teatro perché “Chi si somiglia si piglia” non solo sarà una festa ma servirà per una nobile causa.

Per chi fosse interessato a partecipare ai provini o ad acquistare il biglietto per lo spettacolo di beneficenza (adulti 10 euro e gratis fino ai 14 anni) può contattare il numero telefonico 3337348450.

© RIPRODUZIONE RISERVATA