Decine di volontari a caccia del cane Bjork: «Non può essere sparita così nel nulla»

“Armati” di torce hanno ripercorso il tratto dove il 29 agosto è sparita il pastore belga Malinois. Le guardie zoofile: «Nessuna traccia ma non molliamo». Si fa largo l’ipotesi del furto 

Vicopisano. Torce, amore e speranza. Decine di persone si sono ritrovate a Vicopisano per cercare Bjork, pastore belga Malinois, “inghiottita” dal bosco il 29 agosto scorso. Tutti insieme hanno ripercorso lo stesso tragitto che quel giorno Bjork ha fatto insieme al padrone Nicola Camoscini, istruttore cinofilo e alla sua fidanzata. Sono saliti fino al “Campo dei lupi”, per poi tornare al campo sportivo.

Ma di Bjork nessuna traccia. L’iniziativa era stata organizzata da Nicola, che da quasi cinquanta giorni sta cerca la sua inseparabile amica a quattro zampe con ogni mezzo possibile: ha contattato cacciatori, veterinari e canili, ha fatto ripulire le zone più impervie, ha lanciato appelli sui social. Ma tutto questo non è servito. E ora si fa largo l’ipotesi che Bjork – dopo essersi smarrita – sia stata presa da qualcuno. «Non crediamo – sottolineano le guardie zoofile del Nucleo operativo guardia rurale ausiliaria (Nogra), che hanno partecipato alla fiaccolata sul Monte – che un cane possa sparire in 5 minuti. Le parole di Nicola ci hanno commosso, hanno lasciato un segno in tutti noi, ci hanno fatto capire ancora una volta il suo grande dolore. Nessuno di noi abbandonerà Bjork, la cercheremo sempre, collaborando con tutta la sua nuova grande famiglia, che è fatta di volontari. Intanto ringraziamo tutti loro e la nostra fantastica Kira dell’unità cinofila».


© RIPRODUZIONE RISERVATA