Diocesi di San Miniato, don Roberto Pacini nuovo vicario generale

San Miniato. Don Roberto Pacini, 63 anni, originario di Fucecchio, da oggi diventa, per decreto vescovile, il nuovo vicario generale della diocesi. Succede a monsignor Morello Morelli, che ha retto lo stesso ufficio dal 2011 fino a oggi. Come si sottolinea in una nota, Il vicario generale «è il primo collaboratore del vescovo ed è munito della medesima potestà esecutiva. Nel suo servizio è chiamato a maturare una sempre più profonda sintonia con il pastore della diocesi, di cui fa le veci: lo rappresenta quando le circostanze lo richiedono, lo sostituisce qualora se ne presenti la necessità. Ha la facoltà di gestire tutti gli atti amministrativi che non richiedano, a norma del diritto canonico, un mandato speciale. In virtù di questo, al vicario è richiesto di aderire pienamente alla sensibilità, agli orientamenti e alle decisioni del vescovo per profonda convinzione, per vocazione e per fedeltà al mandato, prima ancora che per obbedienza». Al settimanale diocesano, don Pacini ha dichiarato: «In questo momento non posso non essere stupito e grato verso monsignor Migliavacca per la fiducia accordatami. Così come grato sono ai preti, ai diaconi e alle tante persone di ogni parte della diocesi, che mi hanno manifestato affetto, stima e incoraggiamento». La diocesi, «nell’augurare a don Pacini un fruttuoso e proficuo mandato al servizio della chiesa di San Miniato, saluta e ringrazia di vero cuore il vicario uscente, monsignor Morello Morelli, per il servizio prestato in questi dieci anni, prima come vicario generale di monsignor Tardelli, poi come amministratore diocesano tra il 2014 e il 2015, e successivamente ancora come vicario sotto l’episcopato di monsignor Migliavacca». © RIPRODUZIONE RISERVATA