Ecco la scuola dell’infanzia per 130 bambini del comune

Inaugurata la struttura dopo un tortuoso percorso iniziato sei anni fa  con la demolizione del vecchio edificio. Il plesso intitolato a Rita Levi Montalcini

CAPANNOLI.È stato un percorso a ostacoli, ma finalmente a Capannoli hanno una nuova scuola dell’infanzia. Che da mercoledì ospiterà i bambini dai 3 ai 6 anni del comune. La storia della nuova scuola ha inizio nel 2015, quando con il progetto messo in piedi si avvia la demolizione del vecchio edificio per dare sfogo al nuovo, rientrato nella graduatoria regionale degli interventi finanziabili nel triennio. Capannoli è nell’elenco, ma l’affidamento dei lavori coinvolge un gruppo di imprese che è interessato dal fallimento di una di esse. Per cui c’è un significativo rallentamento e i lavori sono affidati solo a gennaio 2020, sospesi poco dopo per lo scoppio della prima ondata di Covid. Cantiere chiuso fino a giugno 2020, ma poi i lavori hanno preso un buon ritmo, per giungere al completamento qualche giorno fa. Non aveva tutti i torti, la sindaca, a parlare di percorso a ostacoli per giungere al traguardo della nuova scuola dell’infanzia di Capannoli. L'intervento complessivo è di un milione e 140mila euro, per 700mila euro mutui Bei, il resto con risorse comunali.

Ieri, dunque, l’ inaugurazione con la sindaca Arianna Cecchini davvero soddisfatta di «consegnare ai nostri piccoli la nuova scuola che è stato deciso di intitolare a Rita Levi Montalcini. E questo è un altro motivo di orgoglio». Presente l’assessora regionale all’istruzione Alessandra Nardini, «felice di essere qui, nel mio comune, per l’inaugurazione della scuola dell’infanzia dopo due anni difficilissimi per la pandemia. Parliamo di investimenti, non di spese: abbiamo bisogno di scuole belle, sicure, accoglienti, ne va anche della qualità della didattica».


Per aver terminato questo vero e proprio percorso a ostacoli, la sindaca ringrazia l’ufficio Lavori pubblici del Comune proprio perché ha permesso il «proseguimento di quel sentiero illuminato che questa amministrazione comunale ha deciso di percorrere, rinnovando il patrimonio destinato all’edilizia scolastica». Investire sulla scuola «vuol dire investire sul futuro, e noi abbiamo deciso di dare un futuro migliore al nostro territorio e alle nuove generazioni».

Questo ha ripetuto Cecchini ieri mattina nella cerimonia di apertura, alla quale erano presenti anche l’assessora all'istruzione Simona Giuntini, la presidente dell’associazione Rita Levi Montalcini, Piera Levi Montalcini, nipote della premio Nobel per la medicina 1986, e la preside Marzia Canali. E da mercoledì circa 130 bambini potranno essere ospitati tra le sue mura. E con essi le loro insegnanti e il personale. Per oggi è previsto un open day per i cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA