Ladri in casa del dottor Lupi, governatore della Misericordia

Ieri mattina, al rientro delle vacanze, l’amara sorpresa: «Non c’erano soldi, non li teniamo da un precedente furto, ma oro e gioielli a cui tenevamo molto»

FUCECCHIO. Era già capitato anni fa, ma ogni volta che i ladri violano l’intimità della propria abitazione, è un colpo al cuore: ieri mattina il governatore della Misericordia di Fucecchio Mario Lupi (medico ed ex candidato sindaco del centrodestra) ha fatto rientro a casa con la moglie Margherita dopo alcuni giorni di vacanza; quando è arrivato in via Rossini, ha trovato l’amara sorpresa. I ladri – non è chiaro il giorno, visto che la coppia era in vacanza – avevano dapprima scavalcato il muro esterno, poi piegato e divelto un’inferriata e rotto una finestra per entrare nel garage; una volta nella rimessa per l’auto, hanno spaccato anche la porta che consente l’ingresso all’abitazione vera e propria, dove hanno rovistato ovunque, anche in ogni più piccolo angolo. Tutti e tre i piani della casa sono stati messi a soqquadro, finché i malviventi non hanno trovato ciò che cercavano: «Non c’erano soldi – racconta il governatore ed ex candidato sindaco – perché da quando fummo “visitati” per la prima volta dai ladri, non li teniamo più. Però c’erano oggetti preziosi – oro e argento – a cui mia moglie era particolarmente legata perché doni del padre e anche miei; quelli sono spariti, sebbene fossero ben nascosti. Oltre ai danni materiali, quindi, abbiamo subito quelli affettivi. Saremo costretti a mettere un allarme perimetrale per individuare movimenti sospetti prima che entrino in casa».

Viene da pensare, come spesso accade in periodo di vacanze, che i ladri abbiamo dapprima controllato le abitudini dei padroni di casa e poi siano entrati in azione quando erano sicuri che questi fossero lontani; e, visto che anche i vicini erano assenti per lo stesso motivo, probabilmente i malviventi hanno fatto lo stesso ragionamento anche per questi ultimi, così da essere sicuri di non essere colti in flagrante. E infatti fino a ieri mattina, quando Lupi è tornato a Fucecchio per motivi di lavoro, nessuno si era accorto di nulla.


Il fatto potrebbe essere avvenuto tra giovedì e venerdì, sospetta il medico. Il quale non ha potuto far altro che chiamare i carabinieri per un sopralluogo e poi recarsi successivamente in caserma per presentare denuncia. Si tratta di un’abitazione che, tra l’altro, spesso viene colpita non dai ladri ma dai vandali; infatti il piccolo tabernacolo dedicato a Padre Pio che si trova all’esterno della casa è stato danneggiato cinque volte e in un caso la statuetta del santo di Pietrelcina venne lanciata nel vicinissimo rio e poi ritrovata e restaurata.