PalaZoli e piscina, test tecnici per un’eventuale riapertura

A inizio agosto partiranno prove strutturali per capire l’entità dei lavori necessari. Gli impianti sono chiusi da marzo per carenze igieniche rilevate da Nas e Asl

PONTEDERA. Cominceranno i primi giorni di agosto le prove tecniche a piscina coperta e palazzetto dello sport di Pontedera per capire i tempi di un’eventuale riapertura dei due impianti sportivi. Svolti i lavori di manutenzione, ora c’è da capire dal punto di vista delle coperture quale tipo d’intervento sarà necessario per ipotizzare un ritorno alla normalità per due strutture che, solitamente, accolgono centinaia di atleti di basket, pallavolo e nuoto, oltre a studenti delle scuole superiori che svolgono l’attività fisica durante l’orario scolastico proprio al palasport intitolato al dottor Emilio Zoli.

Una doppia chiusura imposta da Asl e nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) dei carabinieri i cui militari, dopo una segnalazione e alcuni articoli pubblicati dal Tirreno, hanno effettuato un’ispezione nel mese di marzo trovando carenze igieniche e sanitarie. Da qui l’ordinanza di sospendere l’attività sportiva all’interno del palazzetto dello sport e della piscina coperta di Pontedera, aprendo un rebus per trovare spazi adeguati alle necessità delle varie società che gravitavano nei due impianti.


In parte, la situazione è stata tamponata, anche se i nuotatori sono stati costretti o a smettere o ad allenarsi nella piscina di Calci con notevoli disagi per i ragazzi e le loro famiglie. Danni alle società che hanno visto peggiorare i propri conti economici tra minori introiti da parte dei tesserati e maggiori costi di gestione.

La riapertura di PalaZoli e piscina, in questi mesi, è stata una questione senza troppe risposte. L’amministrazione comunale sta lavorando per la realizzazione di nuovi impianti nella zona del mercato ortofrutticolo. Ma, su questo fronte, non saranno ovviamente brevi per arrivare al taglio del nastro e alla ripresa delle attività.

Da qui il tentativo d’inizio agosto per capire quali interventi serviranno per riaprire i vecchi impianti e, soprattutto, quanti soldi serviranno per portare a termine un’operazione che non appare per niente semplice. —