L’Ape-gelateria allarga i giri e arriva anche in fabbrica

Da sinistra: Andrea Martini e Alberto Minuti della gelateria Via Gotti di Pontedera

L’idea di rispolverare la vecchia usanza della vendita ambulante piace molto e oltre ai tour nei paesi è presente a feste, matrimoni e pause “fresche” per operai

PONTEDERA. Citare “I giardini di marzo” di Lucio Battisti sarebbe sin troppo facile per parlare dell’ApeGotti. Ma l’Ape guidata da Alberto Minuti, titolare da 27 anni della Gelateria Gotti di Pontedera insieme ad Andrea Martini, fa rivivere proprio quei momenti del passato, quando il carretto dei gelati passava tra le strade dei paesi. Scene dei tempi lontani, ricordi d’infanzia per chi ha i capelli grigi. Da ormai tre mesi, l’ApeGotti è fa proprio questo: porta il gelato nelle frazioni di Pontedera – ma anche a Calcinaia – e riscopre angoli di socialità sul territorio della Valdera E non solo, visto che Alberto e la sua ApeGotti, dall'inizio di luglio, si vedono anche in giro per feste di matrimonio e persino aziendali.

IL RILANCIO


Come tutte le attività, il periodo recente non è stato semplice per la gelateria. «Lo scorso anno ha dato qualche problema all’inizio, poi però siamo riusciti a lavorare e abbiamo avuto più difficoltà quando sono tornate le chiusure – dice Alberto Minuti – quest’anno, poi, è stato ancor più complicato con il continuo alternarsi dei colori delle zone, per questo siamo rimasti chiusi in attesa di un miglioramento». Da qui, dunque, l’idea di rilanciarsi anche grazie all’ApeGotti. «È una mia vecchia idea di quando ero bambino – spiega – sono originario di Sant’Anna a Cascina, e da lì passava sempre il gelataio alla stessa ora dello stesso giorno». E da un ricordo è nata un’opportunità. «Abbiamo pensato all’Ape per incentivare le persone a stare all’aperto – continua Minuti – vado io personalmente: a volte è faticoso, ma sono contento: ad aspettarci ci sono quasi sempre tanti nonni e tanti bambini». Che, talvolta, hanno fatto visita direttamente anche al negozio di via Gotti. «Magari per le condizioni metereologiche può accadere che salti alcuni passaggi di un itinerario – racconta – a quel punto, qualche bambino ha costretto i genitori a prendere il gelato direttamente a Pontedera».



NUOVI ORIZZONTI

Oltre ai giri tra le strade delle frazioni, l’Ape di Minuti ha iniziato a essere richiesta anche per le feste di matrimonio e per alcuni momenti di svago all’interno delle aziende del territorio. «Non pensavo affatto ci potesse essere un mercato di questo tipo – ammette – sono stato chiamato per fare dei piccoli rinfreschi fuori dalla chiesa appena concluso il matrimonio, oppure in una ditta metalmeccanica di Fornacette, dove è stata offerta una merenda fresca a tutti i dipendenti in orario di lavoro». In più, da pochi giorni, è nata una collaborazione con “Il cinema sotto le stelle” di Pontedera: nelle piazze dove non ci sono servizi nelle vicinanze, ci sarà l’ApeGotti. Insomma, grazie a un semplice Ape Piaggio, l’attività della gelateria si è espansa, sfruttando la necessità di far stare i clienti all’aperto. «Stiamo ancora imparando per migliorare ancora di più – conclude Minuti – ma quando hai un’offerta, le porte si aprono». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA