Voglia di ripartire a Pontedera: shopping by night e (si spera) Festa del commercio

Dipenderà dai dati del contagio e dalla campagna vaccinale. Venerdì il primo anticipo con l’apertura serale dei negozi

PONTEDERA. Il Comune vuole fare la Festa del Commercio. Negli uffici di Palazzo Stefanelli se ne parla da settimane. Negozi e locali aperti fino a notte inoltrata, musica e divertimento. Con la massima attenzione al rispetto delle norme anti-coronavirus, ma con tanta voglia di lasciarsi l’incubo della pandemia alle spalle. E una novità assoluta. L’evento è previsto per settembre. La speranza è che nei prossimi mesi la campagna vaccinale prosegua a ritmo spedito, anche e soprattutto in Toscana. Se alla fine dell’estate i numeri dei contagi fossero ancora contenuti – e magari anche più bassi rispetto a questi giorni – allora si potrebbe davvero dare il via libera all’evento. E catapultare la città in un’aria di festa che manca dalla Notte Bianca del 21 settembre 2019. L’ultima grande iniziativa notturna pontederese prima dell’arrivo del Covid. Intanto, tornano le aperture serali dei negozi del centro. Si parte venerdì, poi per l’intero mese di luglio. Commercianti e titolari di pub e ristoranti stanno ritrovando la luce in fondo al tunnel delle chiusure forzate e dei mancati incassi dei mesi scorsi. Ora c’è una voglia matta di ripartenza. Ma è necessario mantenere ancora alta l’attenzione. Per non commettere un pericoloso passo più lungo della gamba.

VENERDì SERA: SHOPPING


«Anche la scorsa estate abbiamo iniziato la stagione con questo evento. Ora, però, le premesse sono diverse. Potremmo essere davvero vicini a un definitivo ritorno alla normalità». Sono le parole con cui Alessandro Puccinelli, vicesindaco con delega al commercio, presenta “Fior Fior di Pontedera”. L’evento si svolgerà venerdì e sabato prossimi – dalle 9 alle 20 – tra piazza Martiri della Libertà, corso Matteotti e piazza Cavour. «Grazie alla collaborazione di alcuni vivai, il centro sarà invaso da esposizioni floreali, e ci saranno stand dove sarà possibile fare acquisti», spiegano Claudio Del Sarto, coordinatore Confesercenti, e Valentina Aurilio, referente per l’area della Valdera. E finalmente torna lo shopping sotto le stelle. Venerdì negozi aperti fino alle 23,30. Anche perché – è bene ricordarlo – fino al 21 giugno è in vigore il coprifuoco a mezzanotte. «Abbiamo riscontrato una grande adesione da parte dei negozianti all’apertura serale – spiega Lucia Santini, vicepresidente del Centro commerciale naturale di Pontedera – perché tutti vogliamo riportare gente in città. La speranza è che si crei una situazione favorevole per tutti. Le persone potranno venire il pomeriggio, fare un aperitivo, mangiare qualcosa e poi passeggiare tra le vetrine. Pensando ai momenti che abbiamo vissuto, tutto questo sembra già un sogno».

LA FESTA DEL COMMERCIO

L’obiettivo è mettere tutti d’accordo. E non sarà facile. Ma le grandi manovre sono cominciate. E il vicesindaco Alessandro Puccinelli sta cercando di sistemare ogni tassello al posto giusto. Associazioni di categoria e amministrazione comunale pensano alla Festa del Commercio. Le valutazioni sono ancora alla fase iniziale, ma il desiderio è comune: tornare a far vivere Pontedera di notte con un grande evento. Gli occhi sono puntati sull’andamento della pandemia e su quello delle vaccinazioni. Perché prima di tutto – per lo svolgimento della Festa del Commercio 2021 – servono le condizioni sanitarie ideali. Divertimento sì, ma senza rischi. E fondamentali saranno i banchi di prova delle prossime settimane. A cominciare dall’apertura serale dei negozi di venerdì prossimo. Poi lo shopping del dopo cena in tutti i martedì e giovedì di luglio, che è confermato. Se non ci saranno “incidenti di percorso”, e se l’amministrazione avrà quindi la prova che è possibile gestire migliaia di persone in città senza pericoli per la salute pubblica, il progetto “Festa del Commercio” potrebbe essere approvato definitivamente.

LA NOVITà

La prova che l’amministrazione comunale vuole la Festa del Commercio sta tutta nell’idea messa sul tavolo da Eugenio Leone, ingegnere ed ex consigliere comunale. Leone e Puccinelli stanno valutando di inserire un elemento digitale all’interno della prossima Festa del Commercio. Puntare sul mondo della tecnologia per rinnovare l’evento, creare curiosità nei visitatori e, al tempo stesso, rinnovare l’entusiasmo dei commercianti. I motori si stanno scaldando: Pontedera sogna una ripartenza col botto. —