Raid in un capannone, ladri in fuga con tre mezzi d’epoca - Foto

Rubata anche una Vespa del 1957, la banda forse ripresa dalle telecamere. Indagano i carabinieri 

PECCIOLI. Prima hanno fatto un sopralluogo. Poi sono tornati “attrezzati”, probabilmente a bordo di un furgone. E se ne sono andati con una Vespa e altri 2 motori d’epoca. Il colpo è stato messo a segno in un capannone nella zona industriale La Fila a Peccioli. «I ladri erano già entrati un mesetto fa – racconta Filippo Pasqualetti , figlio del proprietario –. Ma non avevano portato via nulla». Però avevano messo gli occhi sui tre gioiellini: una Vespa Vb1 150 cc del 1957, un Mi-Val 125 cc del ‘54 e un Automotò 98 cc del 1955.

«Quando ci siamo accorti che qualcuno era entrato nel capannone, abbiamo cercato di rinforzare le chiusure con catene e lucchetti». Ma i ladri sono tornati e hanno tagliato tutto. «Non c’è un impianto di allarme – spiega ancora Filippo – ma le telecamere di un privato qui vicino potrebbero avere ripreso qualcosa di importante. Il filmato è stato acquisito dai carabinieri». La speranza è che gli inquirenti riescano a risalire agli autori del colpo: «C’è un valore economico, indubbiamente. Ma quei 3 mezzi hanno anche un valore affettivo per mio padre che è un grande appassionato. La Vespa se l’è ricostruita pezzo dopo pezzo». Difficilmente i ladri proveranno a piazzarla così com’è sul mercato. Troppo rischioso. «Ho parlato anche con altri esperti del settore – conferma Pasqualetti – di solito i mezzi d’epoca rubati vengono smontati e i pezzi di ricambio venduti nei mercatini. Comunque, in attesa di sviluppi dalle indagini, se qualcuno vede questi mezzi, me lo segnali. Anche attraverso i social».