Contenuto riservato agli abbonati

Addio al volontario e vespista ucciso da un infarto fulminante

Aveva 57 anni e prestava servizio alla Misericordia di Lari. Era un socio del club di appassionati dello scooter Piaggio con sede a Ponsacco

CASCIANA TERME LARI. Lo ha trovato una collega volontaria della Misericordia di Lari. Immobile sul sedile dell’auto con le chiavi in mano. Alfredo Freschi, di Cevoli, non ha fatto in tempo a inserirle nel quadro di accensione. Un infarto fulminante gli ha tolto la vita a 57 anni.

Un duro colpo per le tante persone che lo conoscevano. Il dipendente della ditta Fiori di Perignano, specializzata nell’allestimento personalizzato di veicoli commerciali e industriali, oltre che storico volontario dell’associazione larigiana, era anche uno dei volti noti del Vespa Club Valdera che ha sede a Ponsacco. Lascia la moglie Monica e il figlio Leonardo.


Il decesso è avvenuto venerdì nel tardo pomeriggio. Il 57enne aveva salutato i colleghi alla fine della giornata lavorativa, dirigendosi poi a Fornacette per una commissione, dove si era incontrato con una collega volontaria della Misericordia di Lari. I due si erano salutati per poi dirigersi alle rispettive auto. Mentre la donna si stava per immettersi nel traffico, si è accorta che l’auto di Freschi era ancora ferma col motore spento. Insospettitasi, è scesa e si è diretta a piedi per controllare che l’amico non avesse problemi. E quando è arrivata vicina al finestrino si è accorta che era immobile sul sedile, con le chiavi in mano. Uno choc puro e semplice. Inutili i soccorsi, per Alfredo non c’è stato niente da fare.

«La Misericordia di Lari si unisce al dolore dei familiari per la scomparsa del nostro volontario – hanno scritto su Facebook dall’associazione di volontariato –. Un punto di riferimento, sempre pronto ad aiutare tutti. Grazie per tutto quello che hai fatto e ci hai trasmesso».

Questo il messaggio del Vespa Club Valdera (a cui si aggiungono le condoglianze del Vespa Club Pontedera): «Con immenso dispiacere tutto il club si unisce al cordoglio della famiglia di un nostro socio e compagno di avventure. Ti ricorderemo con la semplicità e la disponibilità che ti caratterizzava e ti vogliamo salutare alla tua maniera, “buon viaggio Alfredo...”». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA