Dopo un anno il circo trova casa a Pontedera

Due clown dottori della onlus “Chez Nous... Le Cirque!”

La onlus “Chez Nous... le Cirque!”, che si occupa della formazione dei clown dottori, andrà a Gello dopo lo “sfratto” da Cascina

PONTEDERA. Alla fine il circo ha trovato casa a Pontedera. L’associazione “Chez Nous… Le Cirque!”, onlus che si occupa della promozione delle discipline circensi a scopi di inclusione sociale e alla formazione della figura dei clown dottori, avrà una sede proprio nel comune di Pontedera e, nello specifico, nella frazione di Gello.

UN PASSO INDIETRO


Una notizia arrivata dopo la lunga diatriba tra l’associazione, che inizialmente svolgeva le proprie attività negli spazi adiacenti al teatro Politeama di Cascina, e la precedente giunta cascinese, guidata da Susanna Ceccardi prima e dal sindaco-reggente Dario Rollo poi. Tra le parti, la discussione verteva su dove la onlus avrebbe potuto proseguire le sue attività dopo l’abbandono degli spazi del teatro. A novembre dello scorso anno, infatti, era stato individuato uno spazio verde all’interno dell’istituto superiore “Antonio Pesenti” di Cascina, dove l’associazione avrebbe voluto installare il proprio tendone da circo. Qui, però, “Chez Nous… Le Cirque!” non ha mai svolto i propri progetti. Tra una polemica e l’altra, il caso ha presto raggiunto la ribalta nazionale: in particolare, proprio sul finire del 2019, sono state le telecamere di “Striscia la Notizia”, il famoso tg satirico di Canale 5, a raccontare la storia dei clown dottori in cerca di casa.

I CLOWN A PONTEDERA

Il primo ad aprire le porte all’associazione è stato Matteo Franconi, sindaco di Pontedera. Con un post su Facebook, il primo cittadino si rese subito disponibile a trovare una soluzione per garantire il servizio di clownterapia offerto dall’associazione. «La città di Pontedera, qualora fosse necessario, sarà a disposizione per mettersi ad un tavolo e trovare una soluzione per garantire il proseguimento del servizio dei “clown dottori” nei nostri ospedali – si legge nel suo post datato 20 novembre 2019, esttamente didici mesi fa – un servizio giudicato importante dal punto di vista terapeutico e molto apprezzato dai bambini e dallele famiglie». A un anno di distanza, con i giustificati ritardi dovuti all’emergenza sanitaria, la giunta comunale ha finalmente dato il via libera: il tendone di “Chez Nous… Le Cirque!” sarà installato sulla piazzetta del campino del Gello.

“CIRCONDOMINIO”

In accordo anche con la parrocchia di San Lorenzo martire, proprietaria del compendio immobiliare in questione, l’associazione avrà così modo di dar vita al progetto “Circondominio”, che prevede la realizzazione di un centro aggregativo rivolto a tutta la cittadinanza e, in particolare, ai suoi settori socialmente più bisognosi, come portatori di handicap o persone appartenenti a realtà sociali precarie o svantaggiate. Oltre al tendone, ai suoi lati saranno installate due carovane in legno, da dedicare all’esposizione di alcuni tra i pezzi più significativi e prestigiosi della collezione dell’unico Museo del Circo in Italia a disposizione della stessa associazione. —

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi