Penny e Bricofer aprono nella zona artigianale

L'assessore Dario Rollo

Cascina: due investimenti importanti che porteranno anche posti di lavoro e consentiranno il recupero di due edifici da tempo vuoti

CASCINA. Al posto di vecchie “scatole” vuote, abbandonate da anni a Cascina arrivano due nuove attività commerciali, che porteranno anche nuovi servizi e viabilità, oltre a posti di lavoro. . Dopo Conad e Eurospin, altri marchi importanti hanno scelto come location il secondo comune per abitanti della provincia e aprono nuovi punti vendita sul territorio. Scelte che rispondono a strategie commerciali ma che terranno anche di conto del bacino di utenza, oltre che della posizione strategica di Cascina sull’asse che collega Pisa a Firenze ma anche a Livorno. Questa volta gli interventi riguardano la zona artigianale di Cascina e sono vicini alle lottizzazioni realizzate lungo via Fosso Vecchio, oltre che a via Sauro.

Il negozio Penny Market che avrà una superficie totale di oltre 1.100 metri quadrati, 860 circa adibiti alla vendita (650 per il settore alimentare e il restante per il settore non alimentare) avrà sede negli immobili che prima erano occupati dall’azienda di autotrasporti Mancini e che con un intervento di riqualificazione già iniziato cambieranno vita e diventeranno a vocazione commerciale. Il nuovo Penny sarà in diretta concorrenza con il vicino punto vendita della Coop, situato accanto all’istituto Pesenti.


Insieme a questo negozio – tempi e investitori sono diversi – aprirà anche Bricofer Italia Spa, leader da oltre 30 anni nel mondo del bricolage. Come Penny, anche questo nuovo Brico, i lavori sono in fase avanzata, è vicino alla superstrada e alla zona residenziale collegata al Fosso Vecchio.

«L’apertura di queste due attività è per Cascina un buon segnale e consente di riqualificare alcuni immobili che erano vuoti da tempo e che si trovano vicino ai centri abitati. Senza contare che le due attività avranno una ricaduta occupazionale, porteranno nuovi posti di lavoro, oltre a servizi. Ma soprattutto strappano al degrado capannoni che erano abbandonati ormai da molti anni», dice il vicesindaco di Cascina Dario Rollo.

Ancora non si conoscono le date di apertura dei due punti vendita che saranno comunque ufficializzate a breve. Dopo gli interventi per il centro storico del capoluogo l’amministrazione conta di portare avanti anche altre iniziative per strappare al degrado quelli immobili e delle aree industriali che sono rimasti vuoti nel tempo anche a causa della crisi economica. —

Sabrina Chiellini

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.