Incendio di rifiuti, i sindaci ai cittadini: "Non mangiate ortaggi"

Santa Croce sull'Arno: le fiamme all'interno di un capannone della Waste Recycling dove sono stoccati e stracci e altro materiale tra cui scarti di farmaci

SANTA CROCE. La squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Castelfranco, insieme ai colleghi del distaccamento di Pontedera, sono intervenuti all'alba del 10 settembre con due mezzi antincendio e due autobotti in via Usciana a Santa Croce per un incendio in un capannone della Waste Recycling.

L'incendio si è sviluppato per cause ancora in corso di accertamento all'interno di un capannone dove sono stoccati e stracci e altro materiale tra cui scarti di farmaci. Sul posto è arrivato anche personale del nucleo Nbcr della sede centrale di Pisa esperto in sostanze pericolose insieme al personale Arpat per la valutazione dell'impatto ambientale.

In seguito all'incendio Giulia Deidda, sindaco di Santa Croce, e Gabriele Toti, primo cittadino a Castelfranco, hanno diffuso la seguente raccomandazione: "Invitiamo in via precauzionale la popolazione che vive nei pressi dell'impianto a non consumare frutta e ortaggi coltivati negli orti domestici fino a questa mattina e di lavare nuovamente eventuali abiti stesi all'aperto. L'incendio ha avuto una durata limitata così come limitato è stato il quantitativo di rifiuti bruciati. Sul posto sono ancora presenti per le operazioni di bonifica il personale dell'azienda, i vigili del fuoco e Arpat".