Parte la ricognizione dei danni causati a privati e aziende dalla tempesta di vento

Gli alberi caduti lungo la Vicarese

L'Unione Valdera ha pubblicato gli appositi moduli per chiedere i rimborsi. Le istanze devono essere presentate entro il 3 aprile

PONTEDERA. I tempi sono stretti. Ma è cominciata la ricognizione dei danni a privati e aziende causati dalla tempesta di vento del 5 marzo.

In seguito all'evento che ha interessato la Regione Toscana il 5 marzo 2015 e alla dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Presidente della Regione n.41 del 5 marzo, l'Unione Valdera ha avviato le procedure di ricognizione dei danni a privati ed imprese per i Comuni di Bientina, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Lajatico, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, Terricciola.

Le aziende ed i cittadini che hanno subito danni in tali eventi alla propria abitazione o alle attività produttive possono segnalarlo attraverso gli appositi moduli disponibili nella sezione “Bandi e Avvisi pubblici” del sul sito internet dell'Unione (www.unione.valdera.pi.it) e sui siti della Protezione Civile Valdera (www.protezionecivilevaldera.it) e dei Comuni interessati. Le schede di cui sopra dovranno essere recapitate mediante posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo suap.unionevaldera@postacert.toscana.it oppure tramite consegna agli Uffici Protocollo dell'Unione Valdera e dei Comuni interessati. La scadenza per la presentazione delle istanze è fissata per il 3 aprile 2015. Per informazioni è possibile rivolgersi al personale del Servizio Suap e Servizi alle Imprese dell'Unione Valdera presso il Back Office con sede in Pontedera, Via Partigiane, n.4 tel. 0587 299552-554 o gli uffici del Servizio “Protezione Civile” presso la sede di Ponsacco Via Perugia – Tel. 0587 734440-448-449.