La “Stassano” prima al concorso di “BioEnergy”

L'azienda agricola “Stassano Alessandro” di Peccioli  ha vinto il primo premio dell’edizione 2015 del concorso “Best Practices Bioenergy”, promosso da CremonaFiere, Legambiente e Dlg International in...

L'azienda agricola “Stassano Alessandro” di Peccioli  ha vinto il primo premio dell’edizione 2015 del concorso “Best Practices Bioenergy”, promosso da CremonaFiere, Legambiente e Dlg International in occasione di ”BioEnergy Italy”, il più importante salone delle tecnologie per le energie rinnovabili in agricoltura. Il concorso ha l'obiettivo di dare nuovi spunti, scoprire progetti innovativi e stimolare idee sulle grandi opportunità che la bioeconomia offre all'agricoltura e all'industria alimentare.  L'azienda di Peccioli si è classificata prima nella categoria  “Migliori Pratiche BioEnergy 2015” rivolta agli impianti a biomasse o biogas, e la relativa filiera (impianti di combustione o gassificazione o digestione anaerobica), delle aziende agricole che hanno offerto i migliori esempi di utilizzo del suolo e delle risorse naturali, dell’efficienza energetica e degli interessi dell’agricoltura e delle comunità locali.

La “Stassano Alessandro” misura ben 490 ettari, le principali colture agricole praticate sono quelle cerealicole (grano duro, orzo, triticale, sorgo), foraggere (loietto ed erba medica) e leguminose (favino e granella).