Un sms per prevenire le alluvioni, in arrivo anche pannelli informativi

Il servizio sarà pagato coi soldi raccolti dai Comitati. Ponsacco, slitta a marzo il versamento dei tributi locali

PONSACCO. Gli alluvionati della città del mobile avranno un posticipo nel pagamento di Imu 2014 e versamento saldo Tasi al 16 marzo 2015 deciso proprio in questi giorni dall’amministrazione comunale per venire incontro ai disagi subiti da queste famiglie. Inoltre, il Comune ponsacchino elargirà un contributo per famiglia alluvionata in baso a quanto avrebbero dovuto pagare al 2014 per la Tari.

Il comitato alluvionati, insieme al Comune, e alle associazioni locali è riuscito a raccogliere circa 20mila euro da utilizzare per l’acquisto di un mezzo della Protezione civile da mettere a disposizione in caso di necessità per la comunità. Il veicolo verrà acquistato a breve.

Il comitato ha dovuto riunirsi più volte per decidere la destinazione di queste offerte ma il parere univoco è stato quello del mezzo attrezzato per il soccorso visto l’ingente bisogno di aiuto in situazioni calamitose come quella del 31 gennaio 2014, giorno dell’alluvione a Ponsacco.

"La scelta di aiutare gli alluvionati nel posticipo di pagamento di Imu e Tasi al 16 marzo 2014 è stata solo nostra, del Comune di Ponsacco - ha detto il sindaco Francesca Brogi - perché l’alluvione ha colpito duramente queste famiglie creando molte difficoltà. Hanno vissuto un evento traumatico oltre a subire grossi danni alle abitazioni. Quindi, questo passo ci è sembrato un dovere nei loro confronti. Per quanto riguarda i rifiuti questi cittadini non dovranno pagare il saldo 2014 della Tari. Avremo un nuovo mezzo a breve per la Protezione civile locale grazie ai fondi raccolti pro alluvionati e sempre nel giro di pochi giorni affideremo un servizio alert system, ovvero messaggistica istantanea per tutti i cittadini in modo che possano essere avvisati in modo tempestivo".

"Il sistemato verrà acquistato e sarà attivato quanto prima. Abbiamo anche un impegno di spesa per l’acquisto di pannelli elettronici - ha aggiunto Brogi - per avvisare la popolazione con scritte luminose, quindi anche di notte, dove la Protezione civile informerà in caso di allerta meteo o pericolo, ma anche con notizie sulla viabilità, oppure pubblicizzerà eventi e manifestazioni locali".