Voglia di presepe

SAN MINIATO. Il presepe artistico più grande della Toscana per il contenuto tecnologico e il più dettagliato e fedele alle origini della vita di Gesù. Si tratta del presepe di Cigoli, che è stato...

SAN MINIATO. Il presepe artistico più grande della Toscana per il contenuto tecnologico e il più dettagliato e fedele alle origini della vita di Gesù. Si tratta del presepe di Cigoli, che è stato presentato ieri mattina in consiglio regionale. Il presepe, che è stato allestito nei locali della pieve di San Giovanni Battista di Cigoli a San Miniato e verrà inaugurato venerdì alle 21,15, racchiude tradizione, artigianato e tecnologia all'interno di un mondo in miniatura portato indietro di 2000 anni. La scenografia si snoda lungo un percorso attraverso le principali tappe della vita di Gesù, collegate dal fiume Giordano: da Nazareth, alle oasi del lago di Tiberiade fino a Gerusalemme dove spiccano il Tempio e il monte degli ulivi. Il percorso termina a Betlemme, cittadina operosa con gli abitanti in movimento, alla grotta del Salvatore, avvolto in fasce con Maria e Giuseppe, in un ambiente austero, ma carico di dolcezza e amore. «Il presepe di Cigoli – ha detto il consigliere regionale Eugenio Giani – rappresenta un richiamo di interesse regionale e nazionale, l'anno scorso ci sono stati oltre 20 mila visitatori». «Oltre ai valori artistici, Cigoli – ha aggiunto il consigliere regionale Pier Paolo Tognocchi – ha il valore aggiunto di una comunità attiva, viva e coesa, capace di far vivere e tramandare le tradizioni».

Alla presentazione a Firenze è intervenuto anche il pittore Lorenzo Terreni, curatore del concorso dei presepini riservato alle scuole materne ed elementari del circondario. Le iscrizioni sono terminate ma, avendo a disposizione ulteriori spazi, è possibile accogliere ancora adesioni: tel. 347-2995632.

©RIPRODUZIONE RISERVATA