Doppia festa a Cigoli: per la Madonna dei Bimbi e per il presepe d'arte

In senso orario: l’affollata chiesa di Cigoli durante la messa; il sindaco e il vescovo accanto al presepe; i primi visitatori che ammirano la rappresentazione; il dipinto con la restituzione della Madonna dei Bimbi

 SAN MINIATO. Quasi trecento persone ed una pieve di San Giovanni Battista piena per assistere all'inaugurazione, in occasione del venticinquesimo anniversario della restituzione della Madonna dei Bimbi, della parete dipinta dall'artista sanminiatese Luca Macchi. Presenti anche il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, con alcuni rappresentanti della giunta, il vescovo Fausto Tardelli e il consigliere regionale Pd Eugenio Giani.  L'attenzione, dopo la celebrazione della messa da parte di Tardelli, si è concentrata tutta sull'opera di Macchi che ha fornito una spiegazione tecnica del dipinto. «L'opera - spiega - è una pittura vinilica su tavola sulla quale ho raffigurato l'evento del furto e della riconsegna della Madonna, suddividendo l'accaduto in 5 scene che racchiudono l'arco temporale di circa sei anni, fino alla restituzione del dipinto. Se si fa attenzione, si nota che le scene si susseguono con un costante aumento di luminosità dell'immagine che, simbolicamente, vuol rimarcare il passaggio dal periodo buio del furto a quello di gioia della restituzione».  La storia dipinta sulla grande parete inizia con l'immagine di un fulmine che colpisce il campanile di Cigoli. Il fulmine parte dalla mano del diavolo. Nella seconda immagine si vedono i ladri, di fronte alla figura della Madonna all'interno della chiesa, che si apprestano a compiere il furto. Il terzo step mostra il periodo durante il quale matura il pentimento nell'animo dei ladri e, quindi, nel quarto passaggio, assistiamo alla restituzione anonima, con don Giampiero Taddei che si inginocchia di fronte all'immagine ricomparsa all'interno della chiesa. L'ultima immagine mostra la processione per Cigoli che festeggia il ritorno del simbolo del santuario della Madonna dei Bimbi. Ad integrare le immagini, Macchi ha inserito il racconto degli avvenimenti fornitogli dalla testimonianza di don Taddei.  Dopo la presentazione di Macchi è arrivato anche il taglio del nastro del nuovo presepe di Cigoli, realizzato dal gruppo "Giovani presepisti", coordinati dal dottor Andrea Ferreri.