Il presepe di Cigoli in Regione

La fila delle persone in attesa di ammirare il presepe di Cigoli

Presentata a Firenze l'opera artistica dei giovani volontari

 SAN MINIATO.Presentata in consiglio regionale a Firenze l'undicesima edizione del presepe artistico di Cigoli, che anche quest'anno sarà allestito nella pieve di San Giovanni Battista. Si tratta di uno dei più grandi presepi artistici della Toscana.  Nell'edizione 2010 ha visto passare davanti a sé oltre quindicimila visitatori.  «La devozione mariana del luogo, la storia del santuario della Madonna dei Bimbi e la partecipazione di visitatori - ha detto il consigliere regionale Eugenio Giani - sono gli ingredienti che fanno del presepe di Cigoli un evento di richiamo nazionale e non solo».  Vittorio Gabbanini, sindaco di San Miniato ha spiegato che «il presepe, punto di forza e di attrattiva del territorio, è realizzato solo grazie al lavoro di volontari».  Curato nei particolari e realizzato in dimensioni naturali e secondo una riproduzione veritiera e attenta dei luoghi, il presepe conduce il visitatore nel paesaggio tipico palestinese passando da Nazareth, dalla grotta di Betlemme, uscendo da Gerusalemme. Andrea Ferreri, coordinatore del Gruppo giovani presepisti, ha parlato dei sofisticati sistemi tecnologici che creano «suggestivi effetti luminosi», della musica e dei giochi d'acqua che «rendono l'atmosfera ancora più veritiera portando la mente a quella realtà di oltre 2000 anni fa».  L'inaugurazione è in programma martedì 6 dicembre alle 21,15.