Giovani presepisti al lavoro per la "creazione" di Cigoli

Il presepe di Cigoli dell’anno scorso

L'inaugurazione in programma il 6 dicembre con una messa celebrata dal vescovo Tardelli

 SAN MINIATO. Ormai sono più di due mesi che il gruppo parrocchiale dei "Giovani presepisti" lavora incessantemente tutte le sere per presentare al pubblico l'11ª edizione del presepe artistico di Cigoli.  Sono parole di larga soddisfazione quelle esclamate dal presidente onorario del gruppo, don Giampiero Taddei: «Stiamo preparando - dice - un presepe totalmente rivoluzionato, dalle realizzazioni paesaggistiche a quelle tecnologiche confermando e migliorando già l'ottima viabilità sperimentata l'anno passato». «L'impegno è stato quello - prosegue il coordinatore, dottor Andrea Ferreri - oltre che realizzare nuove scenografie, di introdurre delle novità paesaggistiche e costruttive mai viste prima nel nostro presepe. L'obiettivo di quest'anno è quello di far vivere il presepe a tutte le migliaia di persone che verranno a visitarlo, permettendo loro di poter far parte della scenografia direttamente».  I lavori stanno proseguendo senza sosta sotto la supervisione dei direttori artistici Elia Ferreri e Raffaele Cifone e del direttore tecnico Mauro Fedeli, e termineranno il 6 dicembre, data in cui avverrà l'inaugurazione, che sarà preceduta da una messa solenne celebrata da monsignor. Fausto Tardelli, vescovo di San Miniato, in ricordo del 25º anniversario della restituzione dell'immagine di Maria Madre dei Bimbi.