E adesso il Comune pagherà 62mila euro agli automobilisti

 RIPARBELLA. Quell'autovelox, dietro una vecchia quercia alla Melatina, lungo la 68, nel comune di Riparbella ha prodotto migliaia di verbali: 15mila multe, tra settembre 2005 e aprile 2006; un solo vigile in un giorno, il 29 dicembre di 6 anni fa, firmò 3615 contravvenzioni fatte dalla macchinetta, una ogni 24 secondi. Roba da record e da slogarsi il polso. Da qui nacque il di cittadini imbufaliti che decise di reagire di fronte alla «ghigliottina delle multe» e formò il «No Gabelle». Arrivarono i ricorsi, e le proteste clamorose: la marcia dei 49km all'ora, le raccolte di firme. Con l'accordo di agosto, con cui si è deciso di mettere una pietra sopra alle multe, il Comune pagherà 62mila euro al comitato (era creditore di 12.148 per gli automobilisti sconfitti in giudizio ma doveva 82.592 euro a fronte dei 726 ricorsi vinti). L'intesa sancisce anche lo stop delle pendenze a carico (procedimenti in appello e Cassazione) e il ritiro da parte del comitato della querela per falso nella verbalizzazione.