Casciana Terme ha celebrato le donne che si sono fatte largo in cultura, sport e lavoro

Le organizzatrici del premio “Donna è” insieme alle premiate e alle ospiti

Il vicesindaco Pinzuti: «Il nostro premio potrebbe diventare un appuntamento annuale». Presente anche Nathalie Caldonazzo

CASCIANA TERME. Donna è? Coraggio, ispirazione, famiglia, bambini, intelligenza, bellezza: tutto. Donne in primo piano, con una marcia in più, nel mondo delle professioni, dello sport e della cultura. Tante le protagoniste, unite da una grande determinazione, del premio "Donna è", che è stato consegnato a Casciana Terme, all'hotel San Marco, l'altra sera. «Un premio che potrebbe diventare un appuntamento annuale», dice il vicesindaco, Donatella Pinzuti, molto soddisfatta per il risultato ottenuto grazie al lavoro e alla stretta collaborazione con l'associazione "Idee in movimento" di cui è presidente Maria Paola Tani. E le prime a meritare l'applauso per il portamento da vere professioniste delle passerelle della moda sono loro, le ragazze di Casciana Terme, che hanno sfilato con gli abiti di Gai Mattiolo realizzati a Peccioli, dalla confezione Sabatini. Per una settimana hanno provato e riprovato come si sfila su tacchi vertiginosi, con abiti che non sono proprio quelli da indossare nella quotidianità. Hanno tutti gli occhi puntati addosso: amici e familiari non potevano rinunciare all'occasione.  Per il premio "Donna é impresa" è stata scelta Landa Sabatini, che dal niente (una piccola sartoria aperta nel 1957) ha saputo crare un'azienda con oltre 200 dipendenti e che produce lavorazioni per le più importanti case di moda internazionali.  Commossa e con il pensiero rivolto alle nipoti e alla famiglia, Landa ritira il premio dopo avere fatto sfilare una selezione di abiti (da sera e non solo) realizzati nella sua azienda. «Fa piacere vedere riconosciuto il proprio lavoro - dice - produciamo per molte firme importanti della moda, domani (oggi per chi legge, ndr) saremo a Londra». Ad applaudire Landa - la serata è stata condotta da Andrea Bruni - una ospite che in casa Sabatini è di famiglia, Nathalie Caldonazzo. Per la showgirl chiusura di sfilata, peraltro iniziata con un prezioso abito indossato da Antonella Clerici durante la conduzione dell'ultimo festival di Sanremo.  È un ritorno tra amici quello dell'imitatrice Emanuela Aureli, tante volte ospite della cittadina termale, premiata nella sezione "Donna è tv".  Parla al cuore delle donne la dottoressa Manuela Roncella, responsabile del servizio di senologia dell'unità operativa di chirurgia generale e dei trapianti all'Università di Pisa. Per lei il premio "Donna è vita". Una definizione che Roncella ha apprezzato per poi parlare del coraggio delle tante donne che incontra ogni giorno e che segue nel difficile percorso della malattia. Il romanzo "Regina" di Barbara Sarri serve per parlare della solitudine delle donne: all'autrice va il premio "Donna è cultura".  Nella sezione "Arte" premio per Daphne Stevens, costumista e scenografa, che lavora a Lari. Per lo sport riconoscimento a Maddalena Lenzi, studentessa di Casciana Terme, atleta di kick light, e alla romana Evelina Bertoli, stella del pentathlon moderno e degli sport equestri nazionali. Silvia Tocci, giornalista del litorale romano e fondatrice della televisione «Ostiatv» riceve il riconoscimento "Donna è webtv" e spiega quanto sia difficile coniugare la vita personale con il lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi