Internet per sostenere il commercio

Il convegno al museo Piaggio

Le potenzialità della rete presentate in un convegno al museo Piaggio Nel 2009 tutte i settori hanno registrato scambi in crescita del 14%

 PONTEDERA. Uscire dalla crisi o risentirne minimamente gli effetti, forse è possibile. È necessario cercare nuovi mercati, un nuovo tipo di commercio capace di puntare su prezzi contenuti e un'ampia scelta di articoli. È necessario scommettere sul web e l'e-commerce. Per far conoscere questo commercio è stato organizzato un convegno su "Impresa e web, opportunità dell'e-commerce" al museo Piaggio di Pontedera a cura di Confcommercio, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia di Pisa e Comune di Pontedera.  Tra gli intervenuti il presidente della Provincia Andrea Pieroni, l'assessore al Commercio di Pontedera Francesco Nocchi, il presidente della Camera di commercio di Pisa Piefrancesco Pacini.  L' e-commerce è uno dei pochi commerci che non ha subito la crisi economica degli ultimi anni, anzi ha registrato una crescita delle vendite del 58% negli ultimi dodici mesi. Come ci spiega Valeria di Bartolomeo, vicepresidente Devitalia: «Anche il 2010 si appresta a essere un anno più che positivo».  Ma chi sono gli acquirenti sul web e che cosa comprano maggiormente? Al contrario di quanto si possa pensare, non appartengono a una precisa fascia d'età. La Rete permette una vasta scelta di articoli, una rapida consegna e, elemento molto importante, un prezzo più contenuto rispetto ai classici negozi. Tutte le categorie merceologiche hanno avuto picchi del 14%, ma quelle che si sono aggiudicate il podio per un numero maggiore di click sono: il tempo libero e i viaggi, le assicurazioni auto online e i prodotti di elettronica di consumo.  «Il commercio su internet è un'innovazione, può portare notevoli benefici ma bisogna fare attenzione. Le truffe sono sempre in agguato». Così Nicola Costa, maggiore della Guardia di finanza, commenta lo straordinario sviluppo del commercio online. Navigare in siti sicuri e conosciuti, diffidare da prezzi troppo ribassati e richiedere documenti di originalità del prodotto, sono le accortezze da tener presente per evitare brutte sorprese.