Pistoia Basket, Carrea e Bongi fanno le valigie

Michele Carrea e Fabio Bongi

Capo allenatore e vice hanno trattato con la società biancorossa la rescissione del contratto

PISTOIA. Forse è un fulmine a ciel sereno. O forse no. Ma questo avvio di torrida estate presenta subito un bel conto al Pistoia Basket: Michele Carrea e Fabio Bongi, ovvero capo allenatore e suo vice, rescindono il contratto e lasciano i colori biancorossi. Una rescissione consensuale fatta con la società ovviamente ma che non può che rappresentare un bel problema per la soceità del presidente Capecchi che ora deve correre ai ripari.   Se Carrea è stato a Pistoia nelle ultime due complicatissime stagioni, Bongi dà l'addio o forse l'arrivederci, dopo ben dodici anni. 

Questo il saluto di Michele Carrea postato sul sito della società biancorossa: “Sono stati due anni intensi che mi hanno fatto respirare il basket che conta, nei quali ho avuto la fortuna di vivere l’elettricità del PalaCarrara che combatte con la squadra e la sfortuna di affrontare momenti dolorosissimi per il club e per la città. L’ho fatto a mio modo, cercando di trovare soluzioni, dando tutto quello che avevo per questa sfida, cadendo e rialzandomi. Grazie alla città che ha fatto sentire a casa Maria e i miei bambini, grazie alle persone che mi hanno fatto capire quanto apprezzavano i miei sforzi, grazie alla discrezione e alla serietà del presidente, grazie alla volontà di tutto il mio staff di andare sempre oltre, grazie a Sambugaro che è e sarà sempre il mio direttore. Le scelte non sono mai facili e, spesso, non comprensibili da tutte le angolazioni: io ho fatto la mia. Parto lasciando un pezzo di me anche in questa meravigliosa città toscana. Vi auguro il miglior basket possibile!”

Queste, invece, le parole di Fabio Bongi: “È davvero difficile per me trovare le parole giuste in questo momento. Ci tengo a ringraziare tutti, dalla società ai tifosi e in generale tutta la piazza di Pistoia, per quello che abbiamo vissuto insieme. Il trionfo nel campionato di LegaDue, le vittorie in Serie A e le emozionanti serie playoff sono ricordi indelebili di successi che rimarranno per sempre scolpiti nella storia. Dopo tanto tempo insieme ho preso una decisione molto complessa e sofferta, ma quel che è certo è che resterò sempre legato ai colori biancorossi. Auguro il meglio a tutti, dalle varie componenti del club ai membri dello staff e ai giocatori che proseguiranno la loro avventura al PalaCarrara, con la consapevolezza che Pistoia resterà pur sempre casa mia”.