Pistoiese blindata contro Giana Erminio

Mister Indiani ha gli uomini contati dopo lo stop di Hamlili che è andato ad aggiungersi a Rafati, De Cenco e Papini

PISTOIA. Ultima fatica del tour de force di inizio ottobre per la Pistoiese, che questo pomeriggio (fischio d’inizio ore 16.30) affronterà il Giana Erminio in una sfida valida per l’ottava giornata del campionato di Serie C girone A. Dopo i due pareggi conseguiti nell’ultima settimana contro Cuneo (1-1 al Melani) e Olbia (0-0 nell’infrasettimanale in Sardegna), gli arancioni proveranno a centrare una vittoria che non arriva da un mese esatto (l’1-2 in trasferta di Arezzo lo scorso 8 settembre). «Ci mancano due punti in classifica, perché con il Cuneo avremmo meritato il bottino pieno - afferma Paolo Indiani - tuttavia nell’arco del campionato il campo ti restituisce quello che meriti». Magari proprio a partire dalla trasferta lombarda. Ma la situazione d’emergenza in casa orange, con Hamlili che si è aggiunto ai lungodegenti Rafati, Papini e De Cenco nell'elenco degli assenti, non permette di fare grossi voli pindarici. E la classifica non inganni: a dispetto dei 5 punti raccolti finora, contro i 9 della Pistoiese, gli uomini di Albè sono squadra esperta e rognosa, in grado di mettere in difficoltà chiunque.

Qui Pistoiese. Paolo Indiani non ha molti motivi per sorridere alla vigilia. Il mister ritrova Zaccagno dopo l’impegno con la Nazionale U20, ma perde niente meno che Zaccaria Hamlili, colonna del centrocampo arancione, per una distrazione muscolare alla coscia sinistra accusata nel finale di gara contro l’Olbia. «Uno stop che non ci voleva - afferma sconsolato - ancora non sappiamo quali saranno i tempi di recupero». Per il resto, ci sono chance di rivedere in campo Zullo, che aveva fatto molto bene al debutto dal primo minuto ad Olbia: «Era stato tra i migliori - concorda Indiani - l’ho dovuto sostituire per un affaticamento perché non giocava da mesi, ma si è allenato regolarmente». Potrebbe sostituire Priola, che non si è ancora tolto i punti di sutura alla testa rimediati dopo uno scontro di gioco domenica scorsa. A scanso di sorprese tornerà nel blocco dei titolari Surraco, out in Sardegna: «Aveva bisogno di riposo», ha detto il tecnico. Per il resto, scelte quasi obbligate.

Qui Giana. «Se a noi mancano due punti, a loro molti di più - tuona Indiani, riferendosi ai prossimi avversari - hanno fatto prestazioni importanti su campi difficili, non valgono certo la loro posizione di classifica attuale». Vero, verissimo. Del resto, se la Pistoiese è squadra giovane, la Giana Erminio è un team esperto e rodato, che negli ultimi anni ha cambiato pochissimo.