Toppo, brutto infortunio e possibili azioni legali verso gli arbitri

Fiorello Toppo in conferenza stampa

Il giocatore della Valentina's Bottegone di Pistoia potrebbe stare fuori dal campo da gioco per diversi mesi dopo la caduta sul parquet della Sangiorgese di Legnano

PISTOIA. Si parla di mesi, tre e mezzo nella migliore delle ipotesi, di più in una sfera in cui nessuno in casa Valentina’s Bottegone, ma anche in tutta la Pistoia baskettara vuol pensare. La prospettiva di star lontano dal campo diverso tempo vela di dispiacere la faccia sempre solare di Fiorello Toppo perché “quando stai bene in un posto ti dispiace molto staccarti”. Ma a pesare nelle sue parole, mentre accanto allo staff medico del Bottegone Basket e al presidente don Piergiorgio Baronti racconta quello che è successo domenica a Legnano, negli ultimi minuti della gara contro la Sangiorgese, è la rabbia di chi sa che quell’incidente di gioco poteva essere “evitabile”.

Fiorello Toppo, brutto infortunio e polemica con gli arbitri

Già perché, se l’imprevedibilità della vita e soprattutto nello sport si sa che gli infortuni fanno parte del gioco, questo non toglie che si debba far di tutto per evitarli. “Sono molto dispiaciuto- ha detto il lungo della Valentina’s- prima di tutto perché mi pesa star lontano dal campo, perché avevamo appena iniziato un percorso entusiasmante con i ragazzi (tre vittorie su tre gare nel campionato di serie B, ndr). Sono anche arrabbiato per come è successo. Dopo un’azione in cui sono caduto a terra e avevo lasciato una strisciata di sudore, lì doveva essere fermato il gioco anche perché c’era stato il canestro (proprio di Toppo, ndr) e c’era la possibilità di fermare il gioco. E’ stato chiesto da me e dallo stesso coach Valerio. Fatalità ha voluto che io e il mio difensore cadessimo proprio lì. Devo valutare il tutto con il mio legale, credo che una delle occupazioni degli arbitri debba essere salvaguardare gli atleti che sono in campo. Lo faccio per me ma anche per tutti i giocatori”.

Solo tra 30 giorni, si capirà se il ginocchio di Fiorello Toppo ha subito altre lesioni oltre a quelle già evidenti di collaterale, crociato posteriore e spine tibiali e andrà operato. Intanto l’ex capitano del Pistoia Basket che si era calato nella dimensione della Valentina’s con l’umanità e l’umiltà che ne fa un campione vero, al di là dei numeri, dovrà stare fermo. La squadra di Valerio che aveva fatto capire di poter dar noia a molte altre contendenti anche quest’anno, perde la sua pedina più preziosa.

Fiorello Toppo, giocatore della Valentina's Bottegone

Quindi la rabbia del presidente don Baronti, in versione “pirata” con l’occhio bendato per un problema all’occhio, è comprensibile. “Abbiamo puntato tanto su Fiorello- dice il numero uno del Bottegone Basket- e in queste gare ci stava ripagando della nostra fiducia, con il suo grande valore atletico sportivo. Io domenica non ero a Legnano (trasferta troppo lunga per chi ha impegni ecclesiastici, per cui don Baronti si era limitato a presenziare al PalaCarrara per vedere la Tesi Group). Ma se ci fossi stato, quest’occhio me lo sarei fatto lì probabilmente saltando la barricata (dice scherzando con la sua grande forza verbale, ndr). Queste cose sono deplorevoli. Sicuramente non c’è una colpa volontaria, ma una mancanza, una disattenzione sì. E’ stato chiesto e richiesto di far pulire il campo”.

Don Baronti accusa gli arbitri per l'infortunio a Toppo

Da grande uomo squadra, Toppo si è anche detto fiducioso verso i compagni e la società che probabilmente dovrà tornare sul mercato per cercare un “supplente”, anche se come ha detto don Baronti “Fiorello è insostituibile”. “So che tutti i miei compagni metteranno il loro contributo per non far sentire la mia mancanza- ha concluso Fiorello- voglio anche mandare un saluto e un augurio al piccolo Manuel (che sta lottando la sua personale battaglia sorretto dall’incoraggiamento del mondo dei canestri pistoiesi) e al presidente della Tesi Group, Roberto Maltinti, che è di nuovo sotto i ferri e a cui va il nostro appoggio”.

Fiorello Toppo, infortunato, in conferenza stampa