Blitz antidroga a Padova dopo l’arresto di un pistoiese di 55 anni

Pistoia. Quando lo arrestarono, il 7 novembre dello scorso anno, ai poliziotti della squadra mobile di Padova non volle spiegare a chi era destinato il grosso quantitativo, 4,7 chili di marijuana, che trasportava sul sedile posteriore dell’Audi di cui era al volante. Ma fu proprio quell’operazione, ai danni di un 55enne di Pistoia, a dare il via all’indagine della polizia di Padova che ieri ha portato all’arresto di altre due persone e al sequestro di ben dieci chili tra cocaina e marijuana. Al pistoiese, dopo l’arresto, è stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

L’operazione della polizia di Padova si è sviluppata nel capoluogo e a Fiesso D'Artico, in provincia di Venezia. Dopo l’arresto delpistoiese, gli approfondimenti, coordinati dalla Procura della repubblica hanno portato gli agenti sulle tracce di un 64enne di Padova e a individuare un garage dove avrebbe potuto tenere lo stupefacente; assieme a lui stato sorvegliato un uomo di Fiesso D'Artico, di 41 anni.


Dopo appostamenti e pedinamenti stata decisa l'irruzione nel garage, dove in una cassaforte sono stati trovati oltre 7 chili di cocaina, confezionata in cinque panetti e altri involucri, e oltre un chilo marijuana. Nell'abitazione a Padova i poliziotti hanno sequestrato altra marijuana per 2 chilogrammi circa, assieme a 1.800 euro in contati; a Fiesso oltre 8.500 euro, ritenuti provento del traffico di stupefacenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA