Abetone preso d’assalto con tanti infortuni: 14 gli interventi di soccorso

Folla sulle piste del comprensorio sciistico, compresa la Val di Luce. Grande lavoro per i soccorritori: tre under 30 portati a Careggi con l’elisoccorso

abetone. Grande folla ieri sulle piste da sci dell’Abetone e della Val di Luce. Il comprensorio è stato letteralmente preso d’assalto, complici la bella giornata di sole, le temperature ideali per la tenuta del manto nevoso e il calendario, che ha fatto coincidere questi fattori in un sabato di inizio gennaio subito dopo l’Epifania e con le scuole non ancora tutte aperte.

In ottimo stato le piste, sia sul versante abetonese che in Val di Luce, anche dopo la nevicata di qualche giorno fa e il termometro, che dopo alcune settimane con i gradi in risalita è tornato a scendere, permettendo agli operatori e agli impiantisti di sparare con i cannoni e di sistemare al meglio i “paginoni” e i tracciati del comprensorio.


Non sono mancati comunque i disagi e i motivi di preoccupazione, che sono da aspettarsi quando una gran massa di persone si riversa in unico luogo nello stesso momento. I disagi sono dovuti alla situazione del traffico sulla via del Brennero (soprattutto nel rientro degli automobilisti verso valle) e alla difficoltà di trovare parcheggio. Le preoccupazioni sono da far risalire ai numerosi incidenti e infortuni avvenuti sulle piste lungo tutto l’arco della giornata. Per i soccorritori un gran lavoro.

Tre i codici rossi che hanno allarmato il 118, e altrettanti gli interventi dell’elisoccorso Pegaso che si è poi diretto all’ospedale di Careggi. Feriti un 25enne intorno alle 9,30, che si è fatto male sulla pista Stucchi, un altro 25 enne alle 14,30 in Val di Luce, e una ragazza di 22 anni sul versante abetonese. Dalla prima mattina e fino alla chiusura degli impianti, dopo le 16, sono stati ben quattordici gli interventi dei soccorritori sulle piste del comprensorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA